Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Accetta un passaggio da un conoscente e viene derubata di tutto

Il fatto risale ad alcuni mesi fa, una donna accetta un passaggio da un uomo appena conosciuto, in macchina con altri due uomini viene derubata di soldi e cellulari. Gli uomini sono stati denunciati e arrestati

Mai accettare un passaggio da uno sconosciuto, questo forse è quello che ha pensato la donna protagonista qualche mese fa di una brutta storia. Un uomo in compagnia di due suoi amici aveva offerto 'gentilmente' un passaggio ad una donna appena conosciuta. La donna si è fidata e durante una sosta era scesa dalla vettura lasciando tranquillamente la propria borsa in auto. 

Giunta a destinazione, mentre usciva dall’abitacolo, ha notato il suo cellulare cadere dalla tasca dei pantaloni di uno degli occupanti dell’auto, di cui conosceva solo il nome. La donna ha subito frugato nella sua borsa, verificando che erano spariti i suoi due cellulari e il denaro di cui era in possesso.
Recuperato il telefono caduto dalla tasca dell’uomo, la vittima ha chiesto inutilmente la restituzione del denaro e dell’altro cellulare.
 
La donna ha denunciato il tutto alla polizia da cui sono subito partite le indagini,  gli agenti del Commissariato Tuscolano, diretti dal dott. Domenico Sannino, hanno intercettato la macchina segnalata dalla vittima e denunciato i due occupanti, per il reato di furto, dopo una battuta nella zona di Tor Bella Monaca. 
Nessuna traccia invece, dell’uomo, di cui la donna è stata in grado di riferire solo il nome e le caratteristiche fisiche. Le indagini sono proseguite, fino ad arrivare ad individuare, dopo qualche tempo,  anche il terzo uomo, identificato come un romano di 41anni, con precedenti traffico di stupefacenti, sequestro di persona, tentata violenza sessuale, armi, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.
 
L'uomo è stato successivamente riconosciuto anche dalla vittima come l’autore del furto, nella giornata di ieri è stato finalmente arrestato dagli uomini del Commissariato Tuscolano in esecuzione della misura cautelare in carcere emessa dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Roma.
Il giudice ha riconuscito la pericolosità del soggetto e la capacità di reiterare reati della stessa natura, e anche in ragione del fatto che per ben due volte è evaso dagli arresti domiciliari, ha deciso per la sua carcerazione.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accetta un passaggio da un conoscente e viene derubata di tutto

RomaToday è in caricamento