Cronaca

La donna bionda che ripuliva gli appartamenti, ecco come raggirava le vittime

In manette una 53enne

Parte della refurtiva recuperata dalla polizia

Avvicinava le vittime con una scusa, riusciva ad entrargli in casa, le drogava e poi le ripuliva dei loro averi. Così la "donna bionda" ha fatto incetta di oro e gioielli in diversi appartamenti della Capitale. Un modus operandi assodato: il giorno prima, avvicinava le vittime alla fermata del bus, fuori dalla banca,  iniziava ad intrattenere una conversazione tipo: "l’aiuto a portare la spesa a casa" - "ma lei abita sempre nello stesso palazzo?…vengo a trovarla domani" e una volta ottenuta la loro fiducia si presentava a casa il giorno dopo.

Vittime narcotizzate 

La scelte della donna variava da situazione a situazione: entrava nelle loro case, le salutava e, con la scusa di avere sete o di festeggiare il compleanno, riempiva i bicchieri con una bibita che aveva con se. Unico scopo: narcotizzarle facendole cadere in stato di incoscienza e fare razzia di tutti i loro averi.

La "donna bionda" che ripuliva le case 

Le vittime spesso raccontavano di una “donna bionda” - riscontri, individuazioni fotografiche e descrizioni accurate da parte delle parti lese, prevalentemente persone anziane, hanno permesso agli investigatori di ricostruire la "carriera" della ladra e richiedere un’ordinanza di custodia cautelare che, le sono andati a notificare alle prime luci dell’alba di ieri. Una volta all’interno, i poliziotti hanno perquisito l’abitazione della donna. Sequestrati diversi gioielli e un orologio.

In manette la "donna bionda"

Ammanettata la donna di 53 anni, genovese di origini ma, residente ad Aprilia, con numerosi precedenti di polizia e diversi alias, è stata accompagnata nella sua nuova residenza: il carcere.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La donna bionda che ripuliva gli appartamenti, ecco come raggirava le vittime

RomaToday è in caricamento