Cronaca

Picchiata dall'ex fidanzato: scappa con la figlia di 2 anni, rincorsa e aggredita ancora

L'aggressione rappresenta solo l'ultimo episodio di un escalation di violenze iniziate poco dopo Natale

Presa a calci e pugni, poi rincorsa e nuovamente aggredita. E' finito l'incubo di una donna vittima delle violenze di un 24enne capoverdiano che proprio non si rassegnava alla fine della loro storia. Il giovane ieri, in piena notte, ha bussato nuovamente alla porta della sua ex che, spaventata, non ha aperto. L'uomo, però, non si è fatto scoraggiare e rompendo il chiavistello è riuscito a introdursi nell’abitazione, scagliandosi contro la donna, colpendola ripetutamente con calci e pugni.

Quest'ultima, svincolatasi per un attimo dalla furia dell'uomo ha preso in braccio la figlia di due anni che stava dormendo in un'altra stanza per fuggire lungo la tromba delle scale. Ha trovato riparo presso l'abitazione di un vicino che, allarmato dalle grida, ha aperto la porta ma è stata immediatamente raggiunta anche dall'ex compagno che, determinato a proseguire l'aggressione, con la forza s'intrufolava in casa, prendendo a pugni la donna.

Giunti sul posto gli uomini del Commissariato Flaminio Nuovo hanno bloccato l’uomo. L'aggressione rappresenta solo l'ultimo episodio di un escalation di violenze iniziate poco dopo Natale e coincise con la decisione della donna di terminare in maniera definitiva la loro relazione sentimentale. Arrestato, il 24enne dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiata dall'ex fidanzato: scappa con la figlia di 2 anni, rincorsa e aggredita ancora

RomaToday è in caricamento