Cronaca Morena

Pugno al volto alla compagna, poi la minaccia: "Se fai così ti ammazzo". Picchiata davanti ai figli

La donna, trasportata in ambulanza al pronto soccorso, è stata dimessa con una prognosi di 10 giorni per "trauma del massiccio facciale"

Una accesa lite in famiglia davanti agli occhi delle figlie minorenni. Vittima del compagno violento, una donna poi soccorsa in ospedale. E' quanto successo a Morena, nella periferia di Roma lunedì scorso. Individuato l'appartamento dal quale provenivano le urla, gli agenti della polizia di Stato hanno bussato alla porta: ad aprirgli una minorenne evidentemente scossa.

In cucina c’erano i genitori e la sorella più piccola: l’uomo, un 44enne romano, aveva un grosso coltello in mano e la donna era terrorizzata. Una volta disarmato l'uomo, i poliziotti hanno chiesto alla compagna cosa fosse accaduto e lei ha raccontato che la litigata era scaturita da infondati motivi di gelosia del compagno.

Più volte invitato da lei a smetterla l’uomo, ancora più arrabbiato, l’ha colpita con un pugno al volto, le ha tirato addosso vari oggetti ed infine ha impugnato il coltello, con il quale è stato trovato in mano, urlandole contro: “Tu mi porti ad ammazzarti! Guarda adesso che faccio!”

La donna, trasportata in ambulanza al pronto soccorso, è stata dimessa con una prognosi di 10 giorni per “trauma del massiccio facciale” mentre il 44enne è stato arrestato per minacce aggravate e maltrattamenti in famiglia e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato portato a Regina Coeli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugno al volto alla compagna, poi la minaccia: "Se fai così ti ammazzo". Picchiata davanti ai figli

RomaToday è in caricamento