rotate-mobile
Cronaca Prati / Piazzale Clodio

Ex parroco condannato per pedofilia: pena ridotta per don Ruggero Conti

Inizialmente condannato a 15 e 4 mesi in secondo grado la reclusione è stata ridotta a 14 anni e 2 mesi. Gli abusi su sette ragazzini nell'oratorio della chiesa Natività di Maria Santissimia di Selva Candida

Lieve riduzione in appello a 14 anni e 2 mesi di reclusione per don Ruggero Conti, l'ex parroco della chiesa della Nativita' di Maria Santissima, nella zona di Selva candida, accusato di aver abusato di sette ragazzini che erano stati affidati sia nell'oratorio della chiesa che in alcuni campi estivi. In primo grado era stato condannato a 15 anni e 4 mesi di reclusione. La terza corte d'appello di Roma, presieduta da Mineo, ha diminuito la pena per il prelato perchè ha ritenuto prescritti tre episodi di abusi avvenuti fino al 2000 e per questo prescritti nel novembre dello scorso anno. Gli episodi contestati a don Ruggero Conti sarebbero avvenuti dal 1998 al 2008.

PRIMO GRADO - Ruggero Conti fu condannato in primo grado nel marzo 2011 a 15 anni e 4 mesi di reclusione. L'accusa contestava a Ruggero Conti di aver abusato - tra il 1998 e il 2008 - di sette bambini che frequentavano la parrocchia di Selva Candida, a Roma. La VI sezione del tribunale di Roma motivò la condanna con l'esistenza di una "immediata, diretta, coerente, sincera e partecipata narrazione compiuta in dibattimento dalle vittime". Per i giudici, invece, la tesi del 'complotto' sostenuta dalla difesa era "rimasta indimostrata". Oggi, nel processo d'appello davanti alla III Corte d'appello di Roma presieduta da Ernesto Mineo, il pg Giancarlo Amato, aveva chiesto la condanna di Conti a 14 anni sei mesi e 15 giorni di reclusione, ritenendo nel frattempo prescritti due degli episodi contestati. Dopo due ore di camera di consiglio, la sentenza d'appello: condanna a 14 anni e due mesi di reclusione e 'non doversi procedere per intervenuta prescrizione' per tre delle imputazioni.

VICENDA GIUDIZIARIA - Vicenda giudiziaria che prese il via il 29 giugno del 2008 quando don Ruggero fu arrestato. Secondo una denuncia, il sacerdote avrebbe attratto le sue 'vittimè con regali che le loro famiglie non potevano permettersi. Gli furono attribuite sette violenze, accuse dalle quali si è dovuto difendere in tribunale dove le udienze sono state caratterizzate dalla presenza di due gruppi di parrocchiani. Uno formato dagli estimatori del religioso, che addirittura indossavano magliette con slogan inneggianti a don Ruggero, e uno di detrattori, pienamente convinti che le accuse mosse al sacerdote fossero state pienamente dimostrate.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex parroco condannato per pedofilia: pena ridotta per don Ruggero Conti

RomaToday è in caricamento