Cronaca

Nettuno: bagnino muore dopo caduta in spiaggia

L'incidente 20 giorni fa. Oggi la morte. Probabilmente il titolare dello stabilimento balneare in cui lavorava Domenico Petrillo, 18enne di Anzio, dovrà rispondere dell'incidente del ragazzo

Venti giorni fa aveva riportato una caduta tanto banale, quanto fatale. Mentre stava trasportando un pattino, perse l'equilibrio, battendo la testa su alcuni sassi vicino alla riva. Quella caduta, a distanza di 20 giorni, si è rivelata fatale.

E' morto infatti oggi Domenico Petrillo il bagnino protagonista della caduta poco su raccontata.

Il ragazzo aveva riportato una frattura a due vertebre cervicali ed era stato ricoverato in un ospedale di Roma per subire un intervento per ridurre la frattura. Invece non è arrivato in sala operatoria ed è morto prima, probabilmente per un aneurisma. A stabilire la verità sarà l'autopsia.


Probabilmente il titolare dello stabilimento balneare in cui lavorava Domenico dovrà rispondere dell'incidente del ragazzo, avvenuto mentre stava lavorando. Commossi i suoi compagni di scuola, il ragazzo frequentava il liceo scientifico di Anzio e lavorava come bagnino per avere qualche soldo per sé stesso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nettuno: bagnino muore dopo caduta in spiaggia

RomaToday è in caricamento