Cronaca Borgo / Via della Conciliazione

Domenica di fuoco il 17: tra Conclave, Maratona e Unità d'Italia

Domenica 17 marzo, data probabile per il Conclave, certa per la Maratona cittadina e, dal 2011, festa nazionale. E la capitale verrà messa a dura prova

Conclave, Maratona e Unità Nazionale. Tre eventi eccezionali che metteranno a dura prova la capitale. Una domenica che si preannuncia esplosiva quella del 17 marzo. Il sindaco Alemanno ha confermato l'intenzione di non far slittare la maratona ma, nel caso, di spostarla semplicemente al pomeriggio. Ai tre eventi è da sommare il campionato di serie A con il posticipo delle 20:45 all'Olimpico per Roma-Parma.

"Il 17 marzo - ha ribadito il sindaco - ci saranno ben tre eventi eccezionali a Roma: la celebrazione dell'Unità nazionale, con le iniziative organizzate dal Capo dello Stato, la probabile intronizzazione del nuovo Pontefice - almeno è questa la data che viene data come la più probabile anche se nessuno è sicuro - e ci sarà la Maratona di Roma".

"In rispetto di tutti coloro che hanno fissato la data del 17 marzo per partecipare a questo grande evento sportivo, abbiamo deciso di non rinviare per prudenza la maratona - ha sottolineato Alemanno - Ci sarà un grandissimo sforzo da parte di Roma capitale per cercare di far funzionare la città in una giornata così particolare e per non creare problemi di ordine pubblico e di sicurezza. Ci teniamo a dire che Roma è una città aperta a tutti coloro che verranno il 17 marzo, dai pellegrini ai capi di stato fino agli sportivi".


"E' una grande sfida - ha proseguito il sindaco - per questo chiedo a tutti i cittadini romani mobilitazione e impegno in termini di disciplina per garantire che tutto si svolga al meglio in una giornata in cui Roma sarà veramente sotto i riflettori di tutto il mondo". Alemanno si è, infine, detto convinto che "mai come in questo giorno Roma si conferemerà come una grande città internazionale all'altezza di queste sfide".

LA MARATONA - E' la diciannovesima edizione e sono attese oltre 14mila persone. Si parte da via dei Fori imperiali ma, ovviamente, si salterà la zona di San Pietro toccando invece Testaccio e Villaggio Olimpico.

"Abbiamo avviato un confronto con la Prefettura e con gli organizzatori. Il percorso definitivo della Maratona è allo studio per motivi di sicurezza" ha annunciato il sindaco. Se poi, proprio domenica 17 marzo dovesse esserci l'intronizzazione del nuovo Papa, anziché partire alle 9, la Maratona sarà posticipata alle 16.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domenica di fuoco il 17: tra Conclave, Maratona e Unità d'Italia
RomaToday è in caricamento