Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Ciampino

Distrugge il recinto di una casa e scappa. Scoperto, simula il furto dell'auto

La polizia locale di Ciampino lo ha scoperto e denunciato. Per lui anche il ritiro della patente

E' entrato in una strada chiusa al transito, ha perso il controllo della sua auto ed ha distrutto un recinto privato. Non visto da nessuno ha abbandonato l'auto ed è andato a casa a dormire, simulando il furto del mezzo quando è stato poi interpellato dalla polizia locale di Ciampino. Vicenda surreale alle porte della Capitale, risolta grazie alle indagini e all'intuiti dei vigili della cittadina aeroportuale.  

"Mi sono appena svegliato: mi hanno rubato l'auto"

I fatti iniziano quando la pattuglia della Polizia Locale interviene in Via dell'Acqua Acetosa. Qui gli agenti trovano una Opel Zafira in mezzo alla strada - che di fatto risultava chiusa al transito - ed il muro di una abitazione divelto, con i pezzi dell'auto ancora attaccati. Sul posto, non essendo reperibile il conducente ne alcun testimone oculare, gli agenti hanno iniziato un'attività di indagine, dapprima attraverso i rilievi fotografici per poi visionare le telecamere di videosorveglianza della zona. Da qui l'arrivo presso la residenza del proprietario del veicolo, dove si accertava che il proprietario del veicolo non fosse più residente da tempo. Dopo ulteriori ricerche, lo stesso veniva rintracciato al nuovo domicilio a poche ore di distanza.

Il soggetto a quel punto simulava di essersi appena svegliato e scendeva in strada facendo finta di non sapere nulla dell'incidente, affermando che la macchina l'aveva lasciata parcheggiata sotto casa e, quindi, che gli sarebbe stata rubata.

La realtà scoperta dai vigili urbani

Gli agenti, a questo punto iniziavano le ricerche sia dell'autore dei danni che del presunto furto, accertando però in poco tempo una realtà ben diversa. I filmati di alcune telecamere, infatti, oltre ad una serie di riscontri oggettivi, hanno consentito di individuare nel proprietario del veicolo l'effettivo conducente della vettura, autore dell'incidente, ed a questo punto reo di aver indotto gli agenti ad effettuare la ricerca di terzi soggetti colpevoli, di fatto inesistenti.

Simulazione di reato, ritiro della patente e maxi multa

Nei confronti del trasgressore, che una volta al Comando ha poi ammesso le proprie responsabilità, si è proceduto con il ritiro della patente di guida, con diverse sanzioni per violazioni al codice della strada, con la denuncia a piede libero per simulazione di reato, e con il ricovero presso la depositeria giudiziaria finalizzato alla demolizione dello stesso. I danni all'abitazione saranno risarciti dall'assicurazione del veicolo, risultata regolarmente in corso di validità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distrugge il recinto di una casa e scappa. Scoperto, simula il furto dell'auto

RomaToday è in caricamento