rotate-mobile
Cronaca

Discarica Falcognana, tavolo tecnico al Ministero: la soluzione si avvicina

L'incontro si è tenuto ieri pomeriggio al ministero dell'Ambiente. Presente anche il presidente del IX Municipio, Andrea Santoro, che spiega: "Ci sono molte verifiche da fare e ancora molti punti interrogativi"

Si è discusso di mobilità su via Ardeatina e il minisindaco Santoro ha messo sul tavolo le ragioni del 'no' alla scelta del sito di Falcognana per ospitare il post Malagrotta. Si è anche parlato di Allumiere, dei costi che comporterebbe allestire una discarica nell'ex poligono militare.  L'incontro tecnico con il ministro Sottile si è svolto ieri pomeriggio e anche il presidente del Municipio, Andrea Santoro, incerto fino all'ultimo su un'eventuale convocazione, era tra i presenti.

"Nessuno in questo momento può dire che c'è una certezza di discarica a Falcognana perchè ci sono molte verifiche da fare e ancora molti punti interrogativi, ci sono ambiti ancora da verificare. Quindi sbaglia chi dice che lì ci sarà una discarica perchè non può dirlo". Commenta così il minisindaco del IX Municipio. Ma il suo è il commento più ottimista. Di fatto a trapelare è un sì che sembra sempre più vicino, l'ok della Regione e l'asse Marino-Zingaretti. 

"NESSUNA CERTEZZA" - Santoro ha poi spiegato: "Durante la riunione abbiamo fatto diverse osservazioni anche relative alla mobilità". Ma l'alternativa trovata all'Ardeatina al minisindaco non piace: "Si propone di utilizzare la Laurentina e via di Porta Medaglia senza nessuno studio sui flussi di traffico. Ci sono ancora delle verifiche tecniche da fare anche sullo stesso impianto, rimane confermata l'indisponibilità della Ecofer di ospitare un sito di quel tipo".

"Il Comune - ha concluso Santoro -vuole vedere bene le cose perchè si tratta di una scelta complessa per Romae fa bene a non correre in questa scelta per avere tutte le certezze delcaso. Il municipio ha espresso il perchè del no all'ipotesi di discarica a Falcognana". Dichiarazioni anche da parte dell'assessore all'Ambiente, Estella Marino. 

"VALUTEREMO ATTENTAMENTE" - "Oggi sono state portate le integrazioni rispetto alle criticità che hanno sollevato sia il sindaco sia i cittadini, e il commissario ha illustrato ulteriori indagini fatte. Domani riporterò tutto al sindaco e faremo le valutazioni del caso" ha detto l'assessore. "Siccome è un tema veramente serio credo che le cose non vadano fatte di corsa ma vada valutato tutto.

La cosa importante - ha sottolineato la Marino - visto che qualunque decisione si prenderà sarà comunque una soluzione temporanea di circa un anno, è che il tavolo tecnicovenga formalizzato e diventi lo strumento per dare le gambe al patto per Roma, ovvero per iniziare a mettere in campo insieme a tutti i soggetti istituzionali il patto per Roma. Solo così fra due anni non avremo più problemi emergenziali di questo tipo". 

L'assessore ha aggiunto che all'incontro "c'è stato un clima di collaborazione perchè siamo tutti interessati a non fare andare Roma in emergenza e a trovare una soluzione che non gravi troppo sui territori e che consenta a Roma di rimettere in campouna ordinaria amministrazione sui rifiuti".

PROTESTE - Un nuovo blocco dell'Ardeatina c'è stato questa mattina tra le 5 e le 9 da parte dei comitati. Ieri in serata una protesta analoga e anche la mattina, quando i manifestanti hanno bloccato la corsia laterale della Colombo, davanti al Ministero dell'Ambiente.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica Falcognana, tavolo tecnico al Ministero: la soluzione si avvicina

RomaToday è in caricamento