Cronaca

Scende dal treno ma il figlio piccolo rimane sul convoglio, interviene la PolFer e li fa riabbracciare

Gli agenti hanno contattato il capotreno che lo ha individuato, riuscendo a farlo ricongiungere al genitore nella stazione di Montalto di Castro

Immagine di repertorio

Mio figlio piccolo è rimasto sul treno, aiutatemi". Questa la richiesta che un passeggero ha fatto agli agenti della Polizia Ferroviaria per il Lazio dopo essere sceso da un convoglio alla stazione Termini.

In particolare, nel pomeriggio dello scorso 2 aprile, l’attenzione degli agenti in servizio presso la Sottosezione Polizia Ferroviaria di Civitavecchia, nel corso del servizio di vigilanza, è stata attirata dalle urla di un cittadino bengalese in forte stato di agitazione poiché il figlio minorenne, con cui viaggiava sul treno proveniente da Roma Termini, non era riuscito a scendere. 

L’uomo, in preda al panico in quanto il ragazzo non parlava italiano e non aveva con se alcun cellulare, è stato subito tranquillizzato dagli agenti, i quali, tramite il telefono di servizio, hanno contattato il capotreno che lo ha individuato, riuscendo a farlo ricongiungere al genitore nella stazione di Montalto di Castro.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scende dal treno ma il figlio piccolo rimane sul convoglio, interviene la PolFer e li fa riabbracciare

RomaToday è in caricamento