rotate-mobile
Cronaca

Il "diabolico duo degli autosaloni", così rubavano Mercedes dopo essersi finti interessati all'acquisto

Quattro le vetture rubate dalla coppia poi arrestata dai carabinieri

Mercedes e Mini. Queste le vetture che una coppia di ladri ha fatto sparire fra marzo ed aprile di quest'anno in due autosaloni della Capitale. Un duo diabolico che, fingendosi interessato all'acquisto di vetture nelle concessionarie di Roma sud ovest, riusciva con uno stratagemma prima ad impossessarsi delle chiavi e poi a sparire con le macchine, che venivano poi cannibalizzate e rivendute a pezzi al mercato nero.

A mettere fine alle loro scorribande criminali i carabinieri della Stazione di Ponte Galeria, che hanno arrestato due 50enni, entrambi residenti a Pomezia, destinatari di un’ordinanza applicativa della custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Roma, perché gravemente indiziati del reato di furto aggravato in concorso.

Le indagini sono scattate a seguito di alcuni furti di autovetture ai danni di 2 autosaloni di Roma uno a Ponte Galeria (dove furono rubate una Mini ed una Mercedes) e l'altro a Tor de' Cenci (dove 'sparirono' due Mercedes): fingendosi clienti, in due erano riusciti a individuare ed impossessarsi delle chiavi di alcuni veicoli parcheggiati esternamente agli esercizi commerciali. Distraendo poi abilmente i dipendenti dell’attività, salivano a bordo dei mezzi che avevano precedentemente individuato, allontanandosi e facendo perdere le proprie tracce. 

I Carabinieri sono però riusciti a raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico di due uomini, Analizzate le risultanze investigative dei militari e ravvisando il pericolo di reiterazione del reato, la Procura della Repubblica di Roma ha richiesto ed ottenuto dal Gip del Tribunale di Roma l’emissione di un’ordinanza che dispone la custodia cautelare in carcere per entrambi gli indagati. uno dei quali già detenuto in regime di arresti domiciliari per reati contro il patrimonio, è stato poi denunciato anche per il reato di evasione.Nella mattinata, i due, sono stati quindi individuati e bloccati nelle rispettive abitazioni di Pomezia, venendo poi tradotti in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "diabolico duo degli autosaloni", così rubavano Mercedes dopo essersi finti interessati all'acquisto

RomaToday è in caricamento