Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca Ponte Mammolo

Rebibbia: detenuto si suicida nella sua cella

Un detenuto si è ucciso la notte scorsa impiccandosi nella sua cella del carcere diRebibbia Nuovo Complesso. L'uomo era recluso in una cella singola del braccio G9. È stato trovato dagli agenti

Si registra un nuovo suicidio in carcere avvenuto stanotte nel penitenziario di Rebibbia. Secondo quanto appreso, il detenuto - che aveva 50 anni - era arrivato quattro giorni fa a Rebibbia proveniente dalla Spagna, da dove era stato estradato. L'uomo era recluso in una cella singola del braccio G9 in attesa di essere trasferito nella sezione di Alta Sicurezza. A trovarlo senza vita sono stati, questa mattina, gli agenti di polizia penitenziaria.

A renderlo noto è il garante dei diritti dei detenuti del Lazio Angiolo Marroni che sottolinea come questo sia l'ottavo decesso in un carcere del Lazio nel 2010, il terzo per suicidio.
"Non conosciamo i motivi che hanno spinto quest'uomo a togliersi la vita - ha detto Marroni - ma, al di là del caso specifico, è certo che le condizioni di vita nelle carceri sono sempre più difficili, fra strutture fatiscenti, sovraffollamento, carenze di agenti e, soprattutto, di supporti psicologici e materiali. Il dramma è che, in queste condizioni, non sono pochi coloro che vedono nel suicidio la soluzione a tutti i problemi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rebibbia: detenuto si suicida nella sua cella

RomaToday è in caricamento