Stazione Tuscolana, tra bottiglie di birra e cartoni di vino i residenti hanno perso la pazienza

I residenti sono davvero spazientiti, se di giorno la situazione è ancora tollerabile la notte diventa anche pericolosa

La Stazione Tuscolana è una delle stazioni più piccole tra le fermate che le linee regionali FL1 e FL5 compiono all'interno dell'anello Ferroviario. Piccola ma ben frequentata dai barboni della zona. Con l'inverno o con la pioggia la stazione non viene nemmeno chiusa e diventa automaticamente dormitorio di tutti i senza tetto. Bottiglie, sporcizia, disordini sembrano essere all'ordine del giorno e i residenti sono proprio esasperati dalla situazione. 

"Qui tutte le sere proprio davanti la mia edicola - racconta l'edicolante della stazione - dei ragazzi che fanno del volontariato arrivano con calderoni pieni di pasta al sugo, polpette pane e quant'altro e danno da mangiare a tutti i senza tetto". Fin qui niente da ridire ma il problema sorge bel momento in cui, non avendo un tavolo, i senza tetto sono costretti a mangiare a terra e la strada così come macchine e motorini parcheggiati diventano i loro cassonetti. "Loro mangiano per terra e noi la mattina troviamo il loro menù e i loro piatti sporchi sui motorini, sulle macchine o sui muretti. E' un'indecenza. Preciso che non ho nulla in contrario anzi sono molto felice che qualcuno gli dia da mangiare ma il comune dovrebbe trovare un'altra soluzione". Cibo lasciato e abbandonato poi per giorni in strada che spesso diventa pasto per topi affamati. Questo perchè mentre all'interno della stazione la pulizia è giornaliera nel piazzale antistante sembra essere saltuaria. 

Il piazzale di giorno sommerso tra cibo e immondizia, di notte, a detta dei passanti, sembra diventare anche pericoloso. "Spesso i senzatetto sono tranquilli e non ti dicono nulla durante il giorno ma intorno alle sei e mezza sette di sera iniziano a bere e la loro reazione non è più controllabile. In passato - racconta una residente della zona che dalla sua casa vede tutto il piazzale - ci sono state risse e accoltellamenti. Ultimamente ad essere onesti non più ma succede spesso di sentire parecchio rumore. A me e mio marito inoltre è capitato di  vedere gente nuda nel piazzale". 

Non si stenta a credere ai racconti dei passanti visti i grandi secchi di immondizia stracolmi di bottiglie di birra o cartoni di vino gettati sotto le fronde di piccoli alberi. A questi disordini si aggiunge anche del degrado provocato da pali divelti e lasciati a terra o erba alta che continua a crescere da molti mesi senza che nessuno si decida a tagliarla. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 ​

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus Roma, presidente dell'ordine dei medici: "Nel Lazio situazione preoccupante"

  • Albero crolla su auto, il padre della ragazza nella vettura: "Criminali, oggi potevo essere al funerale di mia figlia"

  • Ciclabile Tuscolana, investiti due fratelli. Il padre: "Più che una bike lane è una preferenziale per scooter"

  • Metro B, Castro Pretorio e Policlinico chiudono per la sostituzione della scale mobili

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento