Cronaca

Chi pulisce le scale della metro? Il Campidoglio: "Lo facciano i municipi"

Non sono di competenza nè di Ama nè di Atac e sono in perenne stato di abbandono. Il Ministero ha ammonito con una circolare sia il Campidoglio che Atac. Campidoglio che ha passato la palla ai municipi

Chi pulisce le stazioni della metro? Bella domanda. L'interno è materia dell'Atac, l'esterno invece è campo dell'Ama. Solo la strada però. Il risultato della divisione è che le scale, quelle che vanno dal marciapiede ai cancelli di ingresso delle stazioni non le pulisce nessuno e si riducono a un vero e proprio "monnezzaio". Cartacce, bottiglie, sporcizia di ogni genere che si accumula sugli scalini e tra le grate dei tombini. Un limbo in cui nessuno mette le mani, perché nessuno ha ordini di farlo. Ma si rimedia subito.

A rimproverare il Campidoglio e Atac con una circolare è il Ministero dei Trasporti che a sua volta cita un articolo di denuncia comparso sul Messaggero. Nel documento si parla di "rischio cadute delle persone" e di "allagamenti delle pavimentazioni circostanti gli accessi alle stazioni". Il ministero invita Comune "e/o municipi" a prendere in considerazione la questione e a porre rimedio al più presto. Il rimedio però non arriva, o meglio, sembra tradursi in un passare la "patata bollente" a chi però non ha i mezzi per gestirla. Tradotto: il Comune a sua volta ha inviato una circolare ai Municipi chiedendo di provvedere a pulire le scale di accesso incriminate.

"Con riferimento - si legge nel testo - alla nota del Ministero riguardante la situazione di degrado in cui versano le scale di accesso alle stazioni delle linee A e B della metropolitana ed oggetto di copiosa corrispondenza nei mesi/anni scorsi, si invitano i Municipi a voler provvedere quanto prima e nelle aree territorialmente competenti a ciascun municipio, alla pulizia e alla manutenzione delle scale di accesso esterne ai cancelli delle stazioni della metropolitane. Si rappresenta l'urgenza di tali interventi al fine di restituire al pubblico decoro una infrastruttura utilizzata giornalmente da migliaia di utenti". Sì, il problema è che i municipi, come riconosciuto dallo stesso ministero, sono "sempre sprovvisti di adeguate risorse finanziarie". Nel frattempo, si legge sulle colonne del Messaggero, sembrerebbe affacciarsi la possibilità di un accordo tra Ama e Atac che potrebbe mettere fine alla querelle. Stiamo a vedere.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi pulisce le scale della metro? Il Campidoglio: "Lo facciano i municipi"

RomaToday è in caricamento