rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Caso Orlandi: la tomba di De Pedis sarà traslata a Prima Porta

Sembra essere questo l'orientamento della Procura di Roma. Il cambio di rotta sarebbe stato dettato dall'arrivo del nuovo procuratore Giuseppe Pignatone

Ispezionata e poi traslata. Enrico 'Renatino' De Pedis e la sua tomba stanno per dire addio alla basilica di di Sant'Apollinare. In base a quanto trapela dalla procura di Roma infatti entro la fine di maggio la salma dovrebbe essere traslata nel cimitero di Prima Porta.

De Pedis, secondo la testimonianza dell'ex amante Sabrina Minardi, sarebbe il responsabile della morte di Emanuela Orlandi, la figlia di un dipendente del Vaticano scomparsa il 22 giugno 1993 all'età di 15 anni. Negli ultimi tempi gli inquirenti avevano maturato l'ipotesi di non aprire più la tomba. Con l'arrivo del nuovo procuratore Giuseppe Pignatone c'é stato un cambio di rotta.

Sulla presenza di De Pedis nella basilica di Sant'Apollinare si sono succedute negli anni polemiche ed illazioni. Nel corso di una telefonata al programma "Chi l'ha vistò dedicato alla scomparsa di Emanuela un telespettatore sollecitò l'ispezione del sepolcro e lo stesso Vaticano, recentemente, ha ribadito il proprio "nulla osta" ad una ispezione.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Orlandi: la tomba di De Pedis sarà traslata a Prima Porta

RomaToday è in caricamento