Picchia turista a Fiumicino, Daspo per il tassista violento: "Non potrà lavorare all'aeroporto"

Lo rende noto il sindaco del Comune aeroportuale Esterino Montino

L'aggressione ripresa dalle telecamere dell'aeroporto di Fiumicino

Daspo per il tassista che ha picchiato un cliente in arrivo a Fiumicino dopo che questi gli aveva chiesto di accendere il tassametro. Il violento, già fermato dalla Polizia, non potrà entrare per un periodo nell'area dell'aeroporto internazionale del Leonardo Da Vinci. Lo rende noto il Sindaco del Comune aeroportuale Esterino Montino. 

"L'aggressione subita da un cittadino all'aeroporto di Fiumicino da parte di un tassista è un fatto gravissimo - le parole di Montino - un episodio di violenza che il Comune di Fiumicino non può e non vuole accettare, perché mina la sicurezza dei cittadini e dei passeggeri e danneggia il buon nome della Città che ospita l'aeroporto più importante d'Italia”. 

Daspo che si associa alla richiesta della Sindaca di sospensione della licenza. "Fermo restando quello che deciderà di fare la sindaca di Roma Raggi – prosegue Montino – visto che la licenza appartiene alla Capitale, posso però affermare che il tassista che si è reso protagonista di questa vicenda è persona da noi indesiderata, che non può svolgere la sua funzione pubblica nel nostro territorio". 

Tassista picchia turista a Fiumicino: il video dell'aggressione 

"Per questo stiamo predisponendo, e lo renderemo pubblico domani, un provvedimento che gli impedirà di entrare per un certo periodo di tempo nel Comune di Fiumicino e per di più lavorare con il suo taxi all'interno dell'aeroporto. Gli sarà infatti comminato il Daspo – conclude il Sindaco – una misura di prevenzione dovuta alla pericolosità del soggetto, sulla base della normativa vigente”.

Aggressione che ha trovato lo sdegno da parte delle istituzioni con ADR che ha subito manifestato solidarietà alla vittima. Stesso pensiero da parte del consigliere regionale del Lazio Antonello Aurigemma: "Esprimiamo la nostra totale e ferma condanna per quanto avvenuto presso lo scalo aeroportuale di Fiumicino. Un episodio inqualificabile e increscioso. Adesso, riteniamo fondamentale che le istituzioni competenti facciano quanto possibile per affrontare il problema. Per questo, chiediamo l'intervento immediato, così come già avanzato dai sindacati di categoria sia al prefetto che ai sindaci di Roma e Fiumicino, affinché venga intensificata la presenza di personale che possa controllare e gestire il flusso e deflusso dei passeggeri che utilizzano il servizio di trasporto pubblico non di linea, garantendo i massimi livelli di sicurezza, decoro e legalità". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento