rotate-mobile
Cronaca Ponte di Nona

Chi è Dante Spinelli, accusato e poi rilasciato per la morte di Caterina Ciurleo

Ventotto anni e appartenente a una nota famiglia di sinti italiani, è un nome noto. Fermato, è stato poi rilasciato sabato

Dante Spinelli conosciuto come 'Peppe', un 28enne appartenente a una nota famiglia di sinti italiani, è stato iscritto nel registro degli indagati. Secondo le indagini della squadra mobile di Roma e della procura porterebbe aver avuto un ruolo nel fatto di sangue nel pomeriggio di giovedì a Villaggio Falcone. Uno di quei proiettili, vagante, ha centrato la Smart dov'era a bordo Caterina Ciurleo, 81 anni, e l'ha uccisa. 

Con precedenti e residente a pochi metri dal luogo del ferimento, Dante Spinelli è stato rintracciato e fermato dopo un'indagine negli ambienti del sottobosco criminale nella zona di Roma Est. Dopo meno di 24 ore e dopo essere stato interrogato, è stato rilasciato. Sullo sfondo della morte di Ciurleo ci sarebbe un agguato contro un'altra auto, quella dei rivali, una faida per il controllo del territorio, un regolamento di conti, non si esclude per la gestione dello spaccio di droga. 

Il fermo e il rilascio

Quella che sembrava una prima svolta investigativa si è avuta intorno alle 19 di ieri quanto la questura di Roma ha diffuso una nota relativa al "fermo di indiziato di delitto" a carico di Spinelli perché "gravemente indiziato di aver esploso alcuni colpi d'arma da fuoco, uno dei quali ha gravemente ferito" Ciurleo poi morta nella giornata del 24 maggio. 

Nella mattinata di oggi, intorno alle 12, il dietrofront investigativo. Dopo una notte in commissariato Spinelli è tornato libero. "Sono emerse evidenze investigative che hanno indotto a soprassedere all'adozione di provvedimenti restrittivi immediati" a carico di Spinelli, tuttora "indagato". Proseguono le indagini, coordinate dalla direzione distrettuale antimafia, "finalizzate alla esatta ricostruzione dell’evento e all’identificazione di tutti i responsabili", ha puntualizzato la Questura.

Chi è Dante Spinelli

In sostanza, Spinelli, prima fermato e ora rilasciato, resta indagato. Il 28enne è un nome noto. Già in passato era comparso nell'ordinanza che ricostruì lo spaccio da 100.000 euro al mese di Villaggio Falcone. Le indagini, fatte nel 2020, l'anno dopo portarono a una serie di arresti.

Secondo chi indagò su quei fatti Dante Spinelli detto 'Peppe' operava nella zona di Ponte di Nona e nascondeva illegalmente armi di varia tipologia e calibro. Aveva comunque un ruolo defilato, da secondo piano, ma maneggiava pistole e fucili.

Caccia ai responsabili

Il fascicolo del caso della morte di Ciurleo è stato affidato ai magistrati della direzione distrettuale antimafia di Roma. Come sottolineato da chi indaga il calibro della pistola usata per sparare è un 9 corto come hanno confermato i bossoli rinvenuti in strada, ma non ci sarebbe stato un conflitto a fuoco. Gli spari sono stati esplosi tutti da quell'arma. I pezzi per comporre il puzzle, assicurano fonti investigative, non sono finiti qui. 

Chi era Caterina Ciurleo

Caterina Ciurleo, vedova e nonna, abitava a Torre Maura. Era una testimone di Geova e si era trasferita a Roma da Reggio Calabria anni fa. La sua amica, la 63enne che era al volante della Smart, era religiosa come lei. Le due stavano tornando a casa dopo essere andate a trovare un'amica. Lei, gli amici e i parenti dell'81enne sono distrutti e vogliono giustizia. Tutto si è consumato in pochi istanti  nel pomeriggio di giovedì.

La Smart con a bordo le due donne si è trovata tra una Golf e una Fiat 500 che sgommavano. Poi gli spari, almeno cinque e quel maledetto proiettile che ha centrato la citycar. La macchina biposto ha proseguito la marcia per qualche decina di metri, prima di fermarsi fra via della Riserva Nuova e via Prenestina, a poca distanza dal centro commerciale.

La rabbia

Pochi secondi e il sedile lato passeggero, quello dov'era Caterina Ciurleo, era intriso di sangue. Quindi la corsa in ospedale, la doppia operazione per estrarre l'ogiva dalla polmone. All'alba di ieri il peggioramento e poco dopo le 10 il decesso. Mentre investigatori e inquirenti indagano, Villaggio Falcone si stringe nella tragedia.

Aggiornato alle 12 con la nota della questura di Roma sul rilascio di Dante Spinelli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi è Dante Spinelli, accusato e poi rilasciato per la morte di Caterina Ciurleo

RomaToday è in caricamento