Cronaca

Sfonda porta di casa dei genitori e mette a soqquadro l'appartamento

A finire in manette con l'accusa di maltrattamenti in famiglia un ragazzo di 26 anni

E' entrato nell’abitazione familiare, sfondando la porta e mettendo a soqquadro l’intero appartamento approfittando del fatto che i genitori avessero lasciato da diversi giorni la casa a causa delle continue manifestazioni violente del figlio, un 26enne, spesso legate a richieste di denaro. E' accaduto nella zona di Villa Gordiani. 

In particolare sono stati gli agenti del commissariato di Torpignattara, diretto da Giuseppe Amoruso, insieme agli agenti della sezione volanti, diretta da Giuseppe Sangiovanni,  ad intervenire in una abitazione, a seguito di una segnalazione di un soggetto tossicodipendente in escandescenza che stava devastando l’appartamento dei genitori.

Gli agenti intervenuti sul posto hanno trovato il padre del ragazzo visibilmente scosso e poco dopo sono stati raggiunti dal 26enne che ha iniziato ad inveire contro l’uomo e gli agenti nonostante i tentativi di questi ultimi di riportare la situazione alla calma.

Il giovane che si mostrava in chiaro stato di alterazione psicofisica ha ammesso di aver sottratto alcuni oggetti dall’abitazione per rivenderli in cambio di un’esigua somma di denaro al fine di acquistare della sostanza stupefacente. 

Il ragazzo, con numerosi precedenti di polizia per reati inerenti gli stupefacenti, reati contro la persona nonché precedenti specifici di maltrattamenti in famiglia nei confronti della ex convivente, è stato arrestato per maltrattamenti contro familiari o conviventi e accompagnato presso la casa circondariale di Regina Coeli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfonda porta di casa dei genitori e mette a soqquadro l'appartamento

RomaToday è in caricamento