Cronaca

Scomparso Daniele Potenzoni: ripreso dalle telecamere di Termini il 10 giugno

Almeno la famiglia può contare su una certezza: il giorno in cui gli operatori del Cfp ne hanno denunciato la scomparsa dallo scalo ferroviario, si trovava effettivamente sulla banchina. Ricerche anche su Milano

Le telecamere di sorveglianza della stazione Termini lo inquadrano il 10 giugno, il giorno in cui gli operatori ne hanno denunciato la scomparsa. E' l'unica certezza che hanno i familiari di Daniele Potenzoni, il 36enne affetto da autismo scomparso a Roma da quasi un mese.

Residente a Pantigliano, provincia di Milano, l'uomo era in gita nella Capitale per l'udienza papale del mercoledì, insieme ad altri ragazzi disabili e agli operatori del Cfp di BorgoNovo. 

Stando a quanto raccontato dai volontari che lo accompagnavano avrebbe preso la metro da solo, dopo essersi perso nella classica ressa delle banchine. Inizialmente i circuiti di videosorveglianza sembravano non ritrarlo in nessuna immagine.

A una secondo analisi, a distanze di tre settimane, si vede chiaramente la figura di Daniele. E' il padre a riconoscerlo, da quella mano portata tra il naso e la bocca, "un tipico tic che fa quando ha paura". 

Rimane da capire se abbia preso realmente il convoglio, per dove, e se sia ancora a Roma. Sono infatti già dieci giorni che non arrivano segnalazioni alla famiglia dalla Capitale. Le ricerche si sono in parte spostate su Milano dove invece nell'arco delle ultime 48 ore sono partite almeno cinque segnalazioni.

Che sia riuscito ad arrivare nel capoluogo lombardo con l'intenzione di tornare verso casa? E' la speranza del padre. Forse, anche senza un centesimo in tasca, potrebbe aver preso dei treni regionali ed essere riuscito a raggiungere il nord. Anche qui le forze dell'ordine sono allertate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scomparso Daniele Potenzoni: ripreso dalle telecamere di Termini il 10 giugno

RomaToday è in caricamento