Dai Castelli a Zagarolo: blitz dei Carabinieri per gli evasori dai domiciliari

Controlli a tappeto e fitte attività di indagine hanno portato solo negli ultimi giorni a 31 arresti e 12 denunce in capo a evasori di arresti domiciliari o di altre forme alternative di detenzione, in tutta la zona della periferia sud - est della città e del litorale

E' una stima complessiva di 31 arresti e 12 denunce, quella che i Carabinieri del Gruppo di Frascati sono riusciti a portare a termine con una serie di controlli a tappeto effettuati negli ultimi giorni nei confronti di persone sottoposte ad arresti domiciliari e altre misure alternative di detenzione. La fitta attività di controllo ha visto impegnati circa 80 uomini dell'Arma e si è sviluppata nella zona dei Castelli romani (nella periferia sud – est della capitale) e nella zona del litorale tra Anzio e Nettuno. I controlli sono stati estesi anche ai campi nomadi di Tor de Cenci, Castel romano, La Barbuta, Tor Vergata e via di Salone, all’interno dei quali dimorano parecchi cittadini di etnia rom sottoposti alla detenzione domiciliare.

Al momento delle ispezioni, sono 12 le persone risultate assenti, poi successivamente rintracciate e arrestate per evasione. Si tratta di imputati a vario titolo per gravi reati quali traffico di stupefacenti, rapina, estorsione e furto. Altre 15 persone sono state invece denunciate per la violazione delle specifiche prescrizioni imposte dall'Autorità Giudiziaria e per questi ultimi, i militari hanno richiesto il ripristino della custodia cautelare in carcere. Nello stesso contesto non stati eseguiti anche due provvedimenti analoghi emessi a seguito di precedenti segnalazioni da parte dei militari. Nel corso dell’operazione, al termine di prolungate attività di osservazione e pedinamento, sono stati rintracciati e condotti in carcere 17 persone a vario titolo destinatarie di condanne per furto, rapina, spaccio di stupefacenti, estorsione e maltrattamenti in famiglia. In particolare, i Carabinieri della Stazione di Zagarolo hanno rintracciato una donna di nazionalità romena ricercata dal 2009, che deve scontare una pena di 7 anni e 6 mesi di reclusione per una aggressione a colpi di bastone ai danni di un’altra persona, nel suo paese natale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento