menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cibo e bevande oltre le 18 e romani in giro durante il "coprifuoco": scattano le multe

Sanzioni e chiusure per alcune attività commerciali che non rispettavano le norme anti contagio: violazioni di orari e assembramenti. Multe per chi circolava senza giustificato motivo oltre le 22

Piano di vigilanza rafforzato dal Comando Generale per verificare il rispetto delle disposizioni atte a fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19: così dal centro alla periferia sono state più di 4mila le verifiche eseguite dalla Polizia Locale di Roma Capitale. Oltre a richiamare i cittadini a comportamenti responsabili, le pattuglie, nelle situazioni più a rischio per la salute collettiva, sono intervenute con le sanzioni previste: per due attività commerciali sono scattati i provvedimenti di chiusura, mentre altri locali pubblici sono stati diffidati e contravvenzionati per violazione delle norme anti contagio. Una decina, invece, le persone perseguite perchè sorprese a circolare durante l'orario del coprifuoco senza giustificato motivo.

Negozio aperto nel centro commerciale chiuso dal dpcm

Un provvedimento di chiusura ha riguardato un negozio sito in un centro commerciale nel quartiere di Tor Bella Monaca, il cui gestore stava svolgendo attività di vendita al dettaglio, contravvenendo alle norme previste sulla chiusura degli esercizi all'interno dei centri commerciali nelle giornate festive e prefestive. 

Le serrande sono abbassate ma i clienti entrano dall'uscita d'emergenza: così negoziante aggira il nuovo Dpcm

Assembramenti davanti ai locali oltre le ore 18

In altre aree della Capitale, invece, diffide e sanzioni hanno riguardato alcuni locali pubblici, i cui titolari sono stati multati per la somministrazione di cibo e bevande ai tavoli o nelle adiacenze delle attività oltre le ore 18.00. Situazioni che in alcuni casi hanno portato alla formazione di assembramenti. 

Fuori casa senza motivo oltre l’orario del “coprifuoco”

Numerosi anche i posti di controllo, attivati dai caschi bianchi su tutto il territorio capitolino, per verificare il rispetto delle prescrizioni sulla limitazione degli spostamenti in vigore dalle ore 22 alle 5 del mattino: una decina le persone sorprese a circolare senza giustificato motivo, tra cui tre giovani fermate a bordo di una smart omologata per due. Oltre alle sanzioni previste dal codice della strada per aver viaggiato in tre su un veicolo omologato per due persone, ciascuna occupante è stata multata per aver violato le norme sul coprifuoco.
 
“L'attività di vigilanza - fa sapere la Polizia Locale - andrà avanti, ponendo attenzione  alle condotte che possono mettere a rischio la salute della collettività”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento