menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, la mappa del contagio: 37 quartieri con oltre 1000 casi. Ecco i municipi e le zone con più positivi

Torre Angela è il quartiere con più contagi e quello che ha fatto registrare un aumento maggiore in secondo i dati resi noti da Salute Lazio

Sono 22939 i nuovi casi Covid registrati a Roma nel periodo dal 13 dicembre a 17 gennaio, data dell'ultimo rilevamento dati sul sito di Salute Lazio. Un aumento dimezzato rispetto al precedente "check point" (quello dal 29 novembre al 13 dicembre) dove furono registrati 38239 nuovi positivi al Coronavirus

Stando all'ultima misurazione fatta emerge come, ancora una volta da inizio epidemia, è Torre Angela il quartiere che registra più casi, ben 3948 con un aumento di 903 contagi nei 35 giorni di tempo appena citati. 

Per quanto riguarda i municipi, invece, è ancora il VI quello con più casi Covid: sono 10909. Inoltre, stando alla mappa dei contagi basata sui dati pubblicati da Salute Lazio, che "descrive l'incidenza cumulativa e la prevalenza giornaliera di casi Covid-19 notificati al Seresmi (x 10,000 residenti) rappresentando le stime in valori crescenti secondo gradazione di colore" e "che consente di identificare se in un'area geografica è presente un maggior o minor numero di casi in rapporto alla popolazione residente", a Roma ci sono 99405 casi Covid contro i 76106 del periodo novembre/dicembre. In sostanza emerge come, nell'ultimo mese, la curva dei positivi flette verso il basso, come segnalato nel grafico sottostante. Ecco, nel dettaglio, l'analisi dei contagi a Roma.

Made with Flourish

I 10 quartieri di Roma con più casi Covid

Detto di Torre Angela, per il quarto mese consecutivo quartiere con più casi Covid di Roma e anche zona con l'aumento di positivi più marcato (+903 casi in 35 giorni), va sottolineata anche la situazione nel X Municipio con due zone tra i 10 territori "peggiori" di Roma: Ostia ha visto salire ancora il numero di pazienti positivi: ben 1075 dal 22 novembre al 13 dicembre, e 636 in più fino al 17 gennaio, che portano il territorio ad un complessivo 2449.

A seguire ci sono la Borghesiana con 2295 (+630 contagi), Centocelle con 2189 (+474), Don Bosco con 2189 (+737), Tuscolano con 2085 (+442), Primavalle con 2067 (+440), Acilia con 1915 (+512), Montesacro 1705 (+349) e Tiburtino 1643 (+374).

La diffusione del contagio a Roma: 37 quartieri con più di 1000 casi

In sostanza, i quartieri più colpiti sono quelli più popolari dove la popolazione è più densa, ma poco importa se si tratta di zone che si trovano fuori o dentro al Grande Raccordo Anulare. Se ad inizio dicembre erano 18 i quartieri di Roma con più di mille contagi, ad inizio gennaio ne abbiamo contati il doppio, 37.

Va sottolineato, ed è il dato più importante, che la diffusione del virus non sembra più esponenziale: se nel periodo novembre/dicembre le zone avevano subito aumenti dai 700 ai mille casi, nel periodo dicembre/gennaio la media degli aumenti nei territori oscilla tra i 400 e i 600, con i picchi di Torre Angela e Don Bosco oltre la media dell'intero comune.

Detto dei 10 quartieri "peggiori", a superare quota 1000 contagi nel proprio territorio ci sono anche "new entry" come Appio Claudio, San Basilio, Seprentara, Alessandrino, Medaglie d'Oro, Santa Maria della Pietà, Tomba di Nerone, Marconi, Trullo, Torrino, Colli Portuensi, Garbatella, Esquilino, Nomentano, Castelluccia, Infernetto, Buon Pastore e Castel di Leva. 

Appena sotto, sui novecento contagi: Casal de' Pazzi, Portuense e Tormarancia. 

Made with Flourish

Made with Flourish

Made with Flourish

Made with Flourish

Made with Flourish

Made with Flourish

Made with Flourish

La situazione nei quartieri di Roma

Secondo i dati diffusi, il municipio più colpito dal Coronavirus è il VI (quello delle Torri) con oltre diecimila casi, ovvero 10909 (+2569 contagi dal 13 dicembre al 17 gennaio, l'aumento di più alto di tutti i territori di Roma). Subito dopo ci sono il VII (Appio-Tuscolano) e il V distretto (Prenestino-Centocelle) con 10513 casi il primo e con un aumento di 2317 unità, e 9091 il secondo con un incremento di 2001 casi.

Quindi ci sono il X Municipio distretto con 7346 (+1485), il III con 7212 (+1418), il XIV con 7003 (+1512) e il quarto municipio che registra 6608 positivi.

Le note liete arrivano invece dal VIII Municipio, il più basso per numero di contagi con 3886 casi Covid e il I Municipio con 4637 e un aumento di 968 unità, il più contenuto. Sotto i seimila contagi anche il XV distretto con 5721, l'undicesimo municipio con 5452 positivi, il nono con 5376, il II municipio con 4985, il XIII con 4860 casi e il XII con 4625. 

L'andamento della curva dei nuovi positivi e delle terapie intensive

Il numero dei nuovi casi di Covid-19 a Roma ora è più moderato. Nelle scorse settimane, tuttavia, un grosso impatto lo hanno avuto anche sui ricoveri e le terapie intensive tanto da determinare la zona arancione per il Lazio per la prima volta.

Anche qui i grafici ci aiutano: al 5 settembre 344 pazienti ricoverati e 11 in terapia intensiva, al 5 ottobre il dato registrava 764 ricoveri e 48 terapie intensive. Il 22 novembre i pazienti erano 339, il 13 dicembre in terapia intensiva c'erano 305 pazienti, il 17 gennaio, giorno dell'ultima rilevazione dei dati Seresmi, erano 296 i malati gravi dopo il picco di 326 del 12 gennaio, dato più alto del 2021. 

Made with Flourish
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento