Cronaca

Tragedia della Costa Concordia: 600 passeggeri in albergo a Fiumicino

Sono 600 i superstiti accolti in due alberghi vicino all'areoporto di Fiumicino da dove faranno ritorno in aereo nei loro paesi d'origine. La Regione Lazio ha messo a disposizione ambulanze e squadre di volontari

Immagine dell'incidente TMNEWS/INFOPHOTO

Squadre di volontari e un presidio con ambulanze. La Regione Lazio sta provvedendo al soccorso dei 600 passeggeri, tratti in salvo dalla tragedia della Costa Concordia, la nave finita su una secca vicino all'isola del Giglio, che stanno raggiungendo in pullmann la località di Fiumicino. Le destinazioni sono i due alberghi, l'Hilton e il Marriott, vicino all'aeroporto, da dove i superstiti riprenderanno il viaggio in aereo per tornare nelle loro città di origine. I primi 250, la maggior parte dei quali di nazionalità spagnola, avrebbero già raggiunto l'Hilton. 

Secondo quanto si è appreso, nelle fasi concitate dell'abbandono della nave, in molti sarebbero rimasti senza documenti. La Polizia di Frontiera dell'aeroporto di Fiumicino ha fatto sapere che "farà di tutto" per consentire loro di rientrare in patria.
 
"La presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, appresa la notizia della nave rimasta incagliata all'isola del Giglio si è messa immediatamente in contatto con la Protezione civile regionale per coordinare eventuali interventi". Lo scrive in una nota la presidenza regionale del Lazio. "La Protezione civile della Regione Lazio, in coordinamento con il Dipartimento nazionale, ha inviato 10 squadre di volontari presso i due hotel di Fiumicino - continua la nota - per portare assistenza ai circa 450 passeggeri trasferiti dopo il disastro navale dell’Isola del Giglio. Sul posto è stato anche allestito un presidio con due ambulanze delle associazioni di volontariato".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia della Costa Concordia: 600 passeggeri in albergo a Fiumicino

RomaToday è in caricamento