rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca Centro Storico

Sindacati di base e movimenti in piazza: "In 8 mila contro l'Ue e il governo Renzi"

Il corteo ha sfilato pacificamente da piazza della Repubblica a Santi Apostoli: "In piazza contro il semestre europeo italiano"

"Contro il semestre europeo" per dire "no a Jobs act, privatizzazioni e Fiscal compact". Sono queste le parole d’ordine che oggi hanno portato a sfilare per le strade della Capitale migliaia di persone, ottomila per gli organizzatori,  per il corteo organizzato da Usb e con l'adesione di reti (Noi saremo tutto) e movimenti sociali e organizzazioni politiche della sinistra antagonista (Rifondazione comunista, Partito comunista dei lavoratori, Sinistra anticapitalista). Presenti anche i movimenti per il diritto all’abitare. Nel mirino l’Unione europea e il governo Renzi. Proprio il premier infatti nei prossimi sei mesi guiderà il consiglio europeo.

Partito da piazza della Repubblica intorno alle 16 il corteo ha sfilato pacificamente per il centro cittadino passando per via Cavour, largo Corrado Ricci, via dei Fori Imperiali terminando la sua corsa a largo Santi Apostoli. In testa alla manifestazione lo striscione dell’Unione sindacale di base ‘Rottamiamo Renzi e i trattati dell’Unione Europea – Controsemestre popolare”. Nelle intenzioni dei maifestanti la tappa di oggi “è solo la prima di un lungo percorso”. Gli attivisti si dicono infatti pronti a opporsi “alle politiche di austerity europee”. 
Unico ‘fuori programma’ che ha innescato qualche momento di tensione con le forze dell’ordine, il tentativo di un gruppo di attivisti di raggiungere la sede della rappresentanza della commissione dell’Unione europea in via IV novembre. 

Corteo sindacati di base e movimenti 28 giugno (foto A. Ronchini)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindacati di base e movimenti in piazza: "In 8 mila contro l'Ue e il governo Renzi"

RomaToday è in caricamento