rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Cronaca

Sfilano i No Tav: da San Lorenzo al Prenestino contro l'Alta Velocità

Muri imbrattati da scritte "No Tav" ma il clima è pacifico. Nessuna tensione nel corteo a sostegno del movimento della Val di Susa che sta scorrendo tranquillo in queste ore da piazzale Tiburtino a Largo Preneste

Dalla Val di Susa il sostegno al movimento No Tav fa tappa anche nella capitale con un corteo in corso questo pomeriggio. Contro l'Alta Velocità Torino-Lione i manifestanti stanno percorrendo, in circa 5 mila, via Tiburtina, via dei Reti, via dello Scalo di San Lorenzo, piazza di Porta Maggiore, via Casilina, via Gallarate, piazza del Pigneto, via l'Aquila, piazzale Prenestino e via Prenestina.

Sul fronte tensioni al momento il clima è tranquillo e il tono pacifico della protesta sta smentendo i timori di possibili scontri legati alle violenze degli ultimi giorni. Piuttosto i manifestanti, alcuni con il volto incappucciato, hanno sfogato la rabbia contro i muri di San Lorenzo dove con le bombolette hanno lasciato il marchio ovunque. "No Tav", "La lotta non ha confini", "Tutti insieme per la valle", scritte "dedicate" alle forze dell'ordine, e una che campeggia sul muro del cavalcavia di Porta Maggiore. "Daje Luca".

Un sabato comunque intenso per la capitale che si trovava a dover "contenere" ben tre cortei di manifestanti. Oltre a quello dei No Tav infatti sfilavano per il centro anche i lavoratori edili, partiti da Piazza della Bocca della Verità e giunti nelle vicinanze dell'Arco di Costantino, e i sostenitori de La Destra di Storace contro il governo Monti che da piazza Esedra si sono ritrovati alla Bocca della Verità.

Corteo No Tav 3 marzo 2012

Corteo No Tav: da San Lorenzo al Prenestino

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfilano i No Tav: da San Lorenzo al Prenestino contro l'Alta Velocità

RomaToday è in caricamento