rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Cronaca

Falcognana, in 10mila per le strade del centro: "Oggi inizia la nostra primavera"

Circa 10 mila persone, secondo gli organizzatori, hanno sfilato in centro da Piazza della Repubblica a piazza SS. Apostoli. Tanti striscioni e slogan: "Zingaretti se ti dimetti son felici pure i cassonetti"

"Oggi è il primo giorno d'autunno, e il primo della nostra primavera". Hanno già gridato il loro 'no' nelle scorse settimane, ma la loro primavera, quella di proteste più agguerrite, è tutta da iniziare. La scelta di Falcognana per il post Malagrotta è quasi ufficiale, e i cittadini dell'Ardeatina serrano i ranghi.

Il fischio d'inizio di una lotta senza sconti è oggi alle 15 e 30, in Piazza della Repubblica. I manifestanti No Discarica, circa 10 mila secondo gli organizzatori, hanno sfilato fino a piazza SS. Apostoli. Un fiume di cittadini che non sembrano avere nessuna intenzione di cedere. 

"Non arretreremo di un solo passo, continueremo ad andare avanti sulla nostra strada. Nessuno metterà una discarica sulle nostre teste. Dicono che nessuno si arrabbia mai? Eccoci, noi siamo in piazza, sempre più arrabbiati. E chi farà un passo indietro, e dovrà farlo a breve, sarà chi ha deciso questa porcata".

Senza mezzi termini, il responsabile del Presidio No Discarica Divino Amore, non che consigliere municipale Pd, Alessandro Lepidini, che urla dal palco tutta la sua rabbia. La sua, e quelle delle centinaia e centinaia di cittadini, adulti e bambini, pronti a tutto per scongiurare l'arrivo dei rifiuti.  

Colpisce la presenza di bambini, centinaia di piccoli cittadini romani con la mascherina antismog, che spuntano nel corteo reggendo lo striscione: "Mamma, papà, voi potete fermarli, per la nostra vita". E ancora slogan che attaccano il sindaco Marino e il presidente Zingaretti, entrambi imperdonabili per i cittadini dell'Ardeatina. 

Corteo No Discarica - Le Foto/Romatoday

?

"Zingaretti se ti dimetti son felici pure i cassonetti", "Marino=Ponzio Pilato", "Ci vediamo alle prossime elezioni" e "La monnezza non la vojo te la porti in Campidoglio". Fischietti, megafoni, cori, si fa quel che si può per far rumore contro "lo scempio del Divino Amore". Il corteo è aperto da un camion con un fantoccio con su scritto "Presidio no discarica". Il fantoccio "si chiama Erminio - spiega una manifestante -, ha subito gli effetti della discarica ed ecco come è ridotto...".

Tra i cartelli esposti uno con le tre fotografie del prefetto Sottile, del governatore del Lazio Zingaretti e del sindaco Marino. Un altro recita: "Marino-Zingaretti-Sottile, trio monnezza". Stefano Ambrosetti dell'associazione Cuore Tricolore porta in corteo una croce e spiega: "Con questa scelta della discarica di Falcognana stanno crocifiggendo anche la Madonna del Divino Amore",

Corteo No Discarica Falcognana - Le foto/ Romatoday

La tappa finale del corteo è piazza SS. Apostoli, dove, come spiegato dal Presidio "si andrà a costituire un'assemblea popolare per l’ambiente e per la difesa dei diritti, un'assemblea fondativa con la partecipazione di oltre 50 tra associazioni, reti, movimenti e organizzazioni da sempre impegnati nelle lotte ambientali e sociali delle comunità locali". 

Presente in corteo, per il mondo politico, il Segretario di Rifondazione Comunista, Paolo Ferrero, Nando Bonessio dei Verdi, e Dario Nanni, consigliere comunale del Pd. 

In via dei Fori Imperiali all'altezza del Campidoglio il carro che apre il corteo annuncia il grido d'attacco: "Siamo 15.000 persone e non ci fermeremo. Vi diamo un consiglio: fate retromarcia". E poi gli immancabili cori: "al Divino (Amore, ndr) non se passa", "Sottile, Sottile, la monnezza nel tuo cortile" e "Buffone" rivolto al primo cittadino. Insomma, è il preambolo di una guerra senza esclusione di colpi. I primi ai romani che erano in auto nella zona.

Il traffico è andato in tilt in tutto il centro storico, specie tra le 18 e le 19, quando la testa del corteo era tra piazza Santissimi Apostoli e piazza Venezia e la coda in via dei Fori Imperiali. I vigili urbani hanno chiuso tutta l'area circostante. Tanti i disagi agli automobilisti, molti dei quali inferociti hanno impiegato anche più di 40 minuti per percorrere via del Tritone e raggiungere piazza Santa Maria Maggiore. Stessa situazione anche nella zona a ridosso del Circo Massimo e sul Lungotevere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falcognana, in 10mila per le strade del centro: "Oggi inizia la nostra primavera"

RomaToday è in caricamento