rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca Centocelle

Centocelle, in centinaia per il corteo dei movimenti: "Basta sfratti e sgomberi"

La manifestazione è partita da piazza delle Camelie poco dopo le 16.30 e ha sfilato per le strade del quartiere

"Stop evictions, take the city!" e "Basta sfratti, sgomberi e speculazioni. Riprendiamoci la città!". Con questi slogan è partito da piazza delle Camelie a Centocelle, poco dopo le 16, il corteo dei Movimenti per il diritto all'abitare. Qualche centinaio di persone si sono radunate "per denunciare le politiche neoliberiste di privatizzazione dei servizi e dei beni comuni, dall'acqua al suolo, dalla sanità al trasporto, dall'istruzione alla cultura, la vendita del patrimonio pubblico, lo sfruttamento dei territori". 

IL TRAGITTO - Il corteo ha preso il via dalla piazza per poi dirigersi in via dei Castani, via dei Gerani, via Tor de' Schiavi, via Anagni, via Olevano Romano, fino ad arrivare in via Prenestina.

LE MOTIVAZIONI - Ecco le motivazioni del corteo spiegate dagli attivisti: "L'amministrazione Marino ha consegnato al prefetto e alla Procura la gestione delle questioni sociali. Da diversi mesi è in atto un attacco diretto alle esperienze di autorganizzazione, attraverso gli sgomberi di occupazioni abitative e di spazi sociali e culturali liberi e indipendenti, con il distacco delle utenze, con l'articolo 5 di Lupi che nega la residenza, l'acqua e la luce a chi vive in una casa occupata, con l'esecuzione di sfratti attraverso l'uso di gas lacrimogeni, con misure cautelari a danno di diversi attivisti". Proprio a Centocelle il 18 settembre una famiglia è stata sgomberata con l'uso della forza pubblica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centocelle, in centinaia per il corteo dei movimenti: "Basta sfratti e sgomberi"

RomaToday è in caricamento