Boccea: intercettato corriere della droga, nel furgone 260 chili di marjiuana

Nel tardo pomeriggio di ieri, dopo aver notato il furgone percorrere ad alta velocità via Boccea, i Carabinieri lo hanno rincorso intimandogli di fermarsi. Nel mezzo 44 colli sigillati con la droga all'interno

Stava percorrendo ad alta velocità via di Boccea quando, intercettato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro, è stato fermato mentre si trovava alla guida di un furgone che trasportava 260 chili di marijuana.

A finire in manette è stato un albanese di 20 anni, nella Capitale senza fissa dimora, arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel tardo pomeriggio di ieri, dopo aver notato il furgone percorrere ad alta velocità via Boccea, i Carabinieri lo hanno rincorso intimandogli di fermarsi: durante l’ispezione il 20enne ha mostrato subito segni di eccessivo nervosismo, ma quando i militari hanno aperto il portellone posteriore del furgone ne hanno scoperto l’origine.

Sistemati sul pianale del veicolo, i Carabinieri hanno trovato 44 colli sigillati con cellophane contenenti il prezioso carico di di droga. Per il corriere sono scattate le manette ai polsi e si sono aperte le porte del carcere di Regina Coeli.

Oltre all’ingente carico di stupefacente, i Carabinieri hanno sequestrato anche 500 euro in contanti ritenuti provento dell’attività illecita dell’arrestato.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento