Cronaca

Coronavirus, da chi cerca il lievito di birra al genitore che passeggia col figlio 17enne: ecco chi viola il Decreto

I controlli di questa mattina si vanno ad aggiungere agli oltre 18mila effettuati ieri e che hanno riguardato gli spostamenti di veicoli e persone, gli esercizi commerciali, i parchi e le aree verdi

La ricerca del lievito di birra, oppure la passeggiata con il figlio quasi maggiorenne o anche la scampagnata al parco. Sono ancora molti quelli le persone fermate in zone distanti, anche decine di chilometri dalla propria abitazione, intente ad attraversare vari quartieri della città ignorando i limiti del Decreto imposto vista l'emergenza coronavirus.

Dalle prime misure emanate per il contenimento del contagio ad oggi sono più di 420 mila i controlli svolti dalla Polizia Locale di Roma Capitale a tutela della salute collettiva, con 735 illeciti rilevati.  

Una decina sono state le sorprese all'interno del Parco degli Acquedotti mentre svolgevano attività ginnica, motivo per cui sono state sanzionate, come nel caso di un runner fermato in un giardino pubblico nel quartiere di Valle Aurelia.

Tra le irregolarità riscontrate ieri, il numero maggiore ha interessato il quadrante nord della Capitale, dove le pattuglie del XIII Gruppo "Aurelio" , durante le verifiche  predisposte nelle varie vie e piazze della zona, hanno sanzionato diversi casi di auto con più persone all'interno dello stesso veicolo che circolavano senza valido motivo.

Sorpresi anche alcuni genitori a passeggio con i figli in aree distanti dalla propria abitazione: è  il caso di un padre in compagnia del figlio di 17 anni, fermati in via Aurelia ma abitanti nella zona di San Giovanni e della donna, proveniente dal quartiere di Don Bosco, sorpresa  a fare una passeggiata con al figlia sedicenne nei pressi di Largo di Boccea. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, da chi cerca il lievito di birra al genitore che passeggia col figlio 17enne: ecco chi viola il Decreto

RomaToday è in caricamento