Nel Centro di Roma sabato senza assembramenti: funzionano le chiusure lampo e gli accessi contingentati

Aperte le stazioni della metro. Circa mille gli uomini in campo. Filtraggi a piazza del Popolo, piazza di Spagna, largo Goldoni e largo Chigi

Controlli della Polizia di Stato nella zona del Tridente

Messaggi pre-registrati diffusi dai megafoni delle auto delle forze dell'ordine, filtraggi e qualche chiusura lampo. Così i romani hanno vissuto il primo sabato off limits dopo le predisposizioni anti assembramento disposte in settimana dopo le immagini degli affollamenti dello scorso weekend nella zona del Tridente e sul litorale. Circa mille gli uomini in campo fra polizia di Stato, polizia di Roma Capitale, carabineiri, guardia di finanza e protezione civile sia appiedati che auto e moto montati. Sabato 14 novembre in cui sono rimasti chiusi anche maxi store commerciali e mercati, oltre i centri commerciali come da ultimo Dpcm.

I servizi sono stati disposti con apposita ordinanza dal Questore di Roma, dedicata al rispetto del distanziamento sociale ed all’uso dei dispositivi di protezione individuale, così come previsto nell’ultimo DPCM e concordato in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

VIDEO | Megafoni e accessi contingentati: le immagini 

Particolare attenzione è stata posta nella zona del centro storico, cosiddetto tridente e nell’area compresa tra via Cola di Rienzo, Viale Giulio Cesare e Piazza Risorgimento, tutti luoghi maggiormente soggetti, nel fine settimana, allo shopping ed al turismo.  Fari puntati anche su viale Libia, via dei Condotti, via di Ripetta, via del Babuino, piazza Venezia e Ponte Sant'Angelo. Insomma le aree dove ci sono i negozi sì, ma anche i luoghi delle passeggiate.

Le pattuglie impegnane, nelle situazioni di maggior rischio, hanno utilizzato dei messaggi pre-registrati da diffondere attraverso i sistemi acustici delle autovetture di servizio. Sono invece restate aperte a differenza di quanto previsto le fermate Spagna e Flaminio della metro. 

Al fine di evitare che, in alcune vie o piazze, si potessero creare assembramenti a causa di un numero di persone eccessivo, l’accesso alle stesse è stato filtrato o interdetto a cura delle Forze di Polizia, anche attraverso l’uso di transenne dedicate. Dopo una mattinata di poca affluenza dei romani, nel pomeriggio sono state necessarie delle brevi chiusure all’altezza di largo Goldoni, largo dei Pontefici e piazza del Parlamento così da far defluire le persone che transitavano su via del Corso.  

Gli stessi controlli sono stati estesi alle aree verdi e lungo il litorale romano; in questo caso il pattugliamento ha visto coinvolte anche pattuglie ippomontate e bikers.

Blocco del traffico a Roma 

Romani che in questa atipica domenica faranno i conti non solo con gli accessi contingentati ma anche con la domenica ecologica ed il divieto totale della circolazione ai veicoli dotati di motore endotermico, nella ZTL "Fascia Verde" nelle fasce orarie 7.30-12.30 e 16.30-20.30. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento