Venerdì, 6 Agosto 2021
Cronaca Don Bosco

Loyos ritratta, Racz nega, ma il Gip convalida gli arresti

Il romeno “biondino” ha detto di non aver nulla a che fare con lo stupro e di aver confessato in seguito a pressioni subite. Racz continua a negare. Il gip però conferma la custodia cautelare in carcere

Alexandru Loyos ha ritrattato. Il “biondino”, che nella notte tra martedì e mercoledì ha confessato lo stupro della quattordicenne al parco della Caffarella, facendo anche il nome di Karol Racz, ha detto di aver subito pressioni dopo il fermo e per questo è stato costretto a confessare.

A raccontarlo è l’avvocato di Karol Racz, l’altro romeno arrestato che però continua a negare ogni addebito, al termine degli interrogatori di garanzia a Regina Coeli: “Lo avevano obbligato a dire ciò che ha detto e il giudice ha così valutato solo la prima dichiarazione e non la seconda". La ritrattazione di Loyos non ha però convinto né il pm Barba né il gip Savio. Il primo ha chiesto la convalida della custodia cautelare in carcere, il secondo ha accettato la richiesta.

Oltre alla confessione di Loyos infatti restano a carico dei due romeni i riconoscimenti delle due vittime e probabilmente delle impronte digitali ritrovate sulle sim card dei cellulari dei due ragazzi. Sim card che i due romeni hanno gettato via dopo averle estratte dai cellulari trafugati alle due vittime. Inoltre la scientifica effettuerà delle analisi delle tracce ematiche sui pantaloni ritrovati nella tenda di Loyos all’atto del fermo. Tra 30 giorni poi arriveranno gli esiti del test del Dna che potrebbero davvero mettere fine alle indagini.

Il pm Barba ha dichiarato: “Le indagini non sono ancora concluse, il provvedimento del gip, tuttavia, fa in modo che siano assicurati alla giustizia due soggetti ritenuti responsabili di un fatto così grave. In base all'ordinanza di custodia cautelare emessa oggi non possono più nuocere”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Loyos ritratta, Racz nega, ma il Gip convalida gli arresti

RomaToday è in caricamento