Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca Viale di Parco del Celio

Passeggero senza biglietto sul tram 3 aggredisce controllore Atac con un taglierino e scappa

Le violenze alla fermata del Parco del Celio. L'aggressore ricercato dalla polizia

Immagine di repertorio

Violenze a bordo del tram 3 dove un controllore è stato ferito con un taglierino da un passeggero sorpreso a bordo del treno senza biglietto. È accaduto poco dopo le 10:00 di questa mattina alla fermata del Parco del Celio. L'aggressore, un uomo italiano di circa 25 anni, ha aggredito il verificafore dell'azienda dei trasporti romani mentre quest'ultimo stava compilandogli la multa in quanto scoperto sul mezzo pubblico senza ticket.

Scesi in viale del Parco del Celio per redigere il verbale, il passeggero ha impugnato un piccolo taglierino con il quale ha colpito di striscio il controllore, ferendolo lievemente dietro l'orecchio destro. Poi la fuga a piedi in direzione Circo Massimo. Allertate le forze dell'ordine sul posto sono intervenuti quindi gli agenti del commissariato Trastevere di polizia. 

Provato ma illeso, il controllore ed i testimoni presenti a bordo del tram 3 hanno fornito informazioni agli investigatori sull'aggressore: romano, carnagione bianca, occhi chiari, cappellino da baseball e tatuaggi sulle mani. Il verificatore si è comunque recato in ospedale per accertamenti e per sporgere querela contro l'aggressore. 

L'aggressione al dipendente Atac ha trovato la solidarietà dell'azienda dei trasporti romana che in in nota stampa scrive: "Atac esprime solidarietà al verificatore, in servizio sulla linea 3, aggredito da un passeggero sorpreso senza biglietto. Il dipendente e il passeggero erano scesi alla fermata per compilare il verbale di sanzione quando l'aggressore ha colpito e spintonato il controllore, ferendolo poi all'orecchio. Quindi si è dato alla fuga. Atac ha immediatamente allertato le forze dell'ordine che sono intervenute, mentre il verificatore si recava in ospedale per controlli".
  
Atac, nel ribadire la propria solidarietà al lavoratore aggredito, "ricorda di essere molto impegnata per garantire la sicurezza ai propri dipendenti sia rafforzando la collaborazione con le forze dell'ordine, sia intervenendo, nell'ambito delle proprie possibilità e competenze, per aumentare gli strumenti a tutela del personale. Nel 2018 le aggressioni, sia fisiche che verbali, sono diminuite del 21% rispetto al 2017. Le aggressioni fisiche, in particolare, sono diminuite del 39%"

"Atac giudica inaccettabili tali eventi - conclude la nota dell'Azienda dei trasporti romana - e auspica che i cittadini abbiano rispetto dei lavoratori che ogni giorno, con professionalità e dedizione, garantiscono il servizio di trasporto a milioni di cittadini"

Duro il commento di Claudio De Francesco sindacalista della Faisa Sicel: "Ci risiamo, e questa volta dobbiamo ringraziare Dio che non ci sia scappato il morto - dichiara De Francesco -. Questa mattina sulla linea 3 un collega della verifica mentre stava svolgendo il suo lavoro, chiedendo i titoli di viaggio ai passeggeri, è stato aggredito da un uomo, italiano, che ha estratto un coltello elo ha colpito con un fendente all’orecchio e con calci e pugni"

"Fortunatamente sono intervenuti i colleghi che hanno fatto scudo e bloccato l'uomo che si è poi divincolato minacciando tutti i lavoratori dandosi alla fuga. Esprimiamo la massima solidarietà al collega - conclude De Francesco - ora al pronto soccorso per le cure del caso. Dopo tutta questa propaganda che si fa sulla sicurezza sia da parte del governo sia da parte del sindaco di Roma, chiediamo di procedere con i fatti e non a colpi di post propagandistici su Facebook. Perché non si può rischiare la vita per due spicci".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passeggero senza biglietto sul tram 3 aggredisce controllore Atac con un taglierino e scappa

RomaToday è in caricamento