Cronaca Garbatella / Piazzale Ostiense

Ambulante senza licenza vende casse e tagliaerba in strada, ma i clienti sono poliziotti

La vendita da parte di un minorenne, sotto la supervisione del padre, in zona Ostiense

I controlli della polizia alla stazione Ostiense

Dieci speaker (o casse) con microfono annesso a 20 euro ciascuno e cinque tagliaerba al prezzo di 10 euro. Questa la mercanzia venduta in strada all'Ostiense da un minorenne, ma senza autorizzazione. Venditore di origine serba, proveniente da Napoli, che non sapendo che davanti a sè non aveva semplici cittadini, ma gli agenti in borghese del Commissariato Colombo di polizia, ha tentato di vendergli la merce, il tutto sotto la supervisione del papà. 

Il padre presente alla “vendita”, è stato pertanto sanzionato perché sprovvisto della licenza di autorizzazione alla di merce su strada. Tutta la merce è stata sequestrata e il minore affidato alla sorella del padre.

Il sequestro è arrivato nell'ambito dell’attività di controllo straordinario del territorio da parte degli agenti della Polizia di Stato del commissariato Colombo, diretto da Isea Ambroselli, con la collaborazione di Prevenzione Crimine Lazio, Reparto a Cavallo, Unità Cinofila e le pattuglie motomontate – Nibbio, sono stati effettuati diversi servizi mirati alla tutela della sicurezza sulle grandi infrastrutture di trasporto urbano presso lo stazioni della Metropolitana Metro B “Basilica San Paolo” e presso la “Roma – Lido”.

Polizia cavallo-2

Controlli estesi anche all’interno del parco della Caffarella con l’ausilio delle pattuglie ippomontate. Altre pattuglie invece, hanno effettuato servizi antirapina nei pressi di farmacie e tabaccherie in diverse vie tra le quali: Piazza 12 ottobre 1942, Circonvallazione Ostiense, via Ostiense, Viale Marconi, via Efeso, via Tito e via Tiberio Imperatore.

Sono stati effettuati dagli agenti controlli anti-assembramento in largo Beato Placido, via Corinto nei pressi del locale Shout Sister, presso il Parco Schuster e su via Ostiense. Predisposti controlli antiprostituzione nelle vie frequentate da peripatetiche.

Nel corso delle attività, sono stati identificate 235 persone di cui 182  di nazionalità italiana e 53 di nazionalità e  41 con precedenti di polizia – 34 i veicoli controllati e 5 i posti di controllo.

In particolare un romano di 49 anni, con precedenti di polizia, già  agli arresti domiciliari, è stato nuovamente arrestato in esecuzione ad ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Roma, per le ripetute violazioni e per essersi allontanato dalla propria abitazione per ben 3 volte, senza alcuna giustificazione. 

Le prime due volte per recarsi in commissariato per chiedere spiegazione sul provvedimento o per lamentarsi della ricostruzione dei fatti. Nella terza volta invece quando, notato in strada dal figlio in stato di alterazione dovuta all’assunzione di sostanze stupefacenti, ha cercato di bloccarlo utilizzando una cintura al collo.

Violazioni reiterate e l’ultima particolarmente grave hanno portato i poliziotti a richiedere la sostituzione degli arresti domiciliari con il carcere. Notificato il Provvedimento, è stato accompagnato presso il carcere di Perugia.

Polizia moto-3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambulante senza licenza vende casse e tagliaerba in strada, ma i clienti sono poliziotti

RomaToday è in caricamento