Scontri a Roma: perquisizioni e controlli contro Anarco-Insurrezionalisti

Vasta operazione di Polizia e Carabinieri con perquisizioni e controlli negli ambienti degli anarco-insurrezionalisti e dell'estremismo più radicale

La manifestazione romana del 15 ottobre sta avendo ripercussioni sull'intero piano nazionale. Da questa mattina è in corso su tutto il territorio nazionale una vasta operazione di Polizia e Carabinieri con perquisizioni e controlli negli ambienti degli anarco-insurrezionalisti e dell'estremismo più radicale.

Perquisizioni sono in corso a Roma da parte delle forze dell'ordine e riguardano sia esponenti che luoghi di ritrovo dell'estremismo radicale e sono indirizzate a individuare altri responsabili delle violenze o chi gli ha fornito supporti anche logistici. In particolare la Digos della Questura di Roma ha proceduto al controllo di alcune persone. Nelle perquisizioni sono impegnati anche il carabinieri del Nucleo Informativo di Roma e i Ros. L'attività è stata orientata sulla base di primi riscontri emersi dalle indagini avviate dalla Digos dalle ore immediatamente successive agli scontri di piazza di sabato.

L'operazione di polizia, che coinvolge centinaia di uomini delle forze dell'ordine, sta interessando tutte le regioni italiane, dal Trentino alla Lombardia, dal Lazio alla Sicilia.

Il giorno seguente agli scontri, il ministro degli Interni, Roberto Maroni, è stato chiaro: "Voglio che gli autori di queste violenze, veri e propri criminali, paghino in modo esemplare." Il ministro ha definito gli scontri "un fatto di inaudita gravità che va condannato da tutti senza esitazioni." (Fonte Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

Torna su
RomaToday è in caricamento