menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
FOTO ANSA

FOTO ANSA

Controlli anti assembramento, 'modello Roma' rafforzato nel week end: chiusure a Trastevere da venerdì

La Questura: "Saranno delimitate la Fontana di Santa Maria in Trastevere e la Scalea del Tamburrino al fine di non consentire lo stazionamento di persone"

Il bel tempo ed il desiderio di stare all'aria aperta, soprattutto nel fine settimana, rischiano di diventare un nemico per la lotta contro la diffusione del contagio. Se da una parte la Regione e le istituzioni sanitarie stanno combattendo la battaglia contro il Covid a suon di vaccini, dall'altra le forze dell'ordine sono chiamate a far rispettare il corretto distanziamento sociale, l'applicazione delle norme riguardanti il corretto utilizzo delle mascherine e, per quanto riguarda gli esercizi commerciali, gli orari di chiusura e la garanzia che dentro e fuori non si creino affollamenti. 

Nel fine settimana che verrà, polizia di Stato, carabinieri, polizia locale, protezione civile, guardia di finanza e la "new entry" polizia locale della città metropolitana, saranno impegnate in due maxi aree: il centro di Roma, con un occhio di riguardo alla zona di Trastevere già da venerdì, ma anche le aree extra ubrane, soprattutto il litorale, le passeggiate intorno ai laghi e le strade che portano alle escursioni, come la zona di Monte Livata.

Il 'Modello Roma' sarà rinforzato

Per quanto riguarda le passeggiate in città, sarà nuovamente applicato il cosiddetto 'Modello Roma' nelle zone del centro storico, del Tridente, nonché nelle grandi vie dello shopping come via Cola di Rienzo, via Ottaviano. I varchi, già noti ai romani, saranno anche in piazza di Spagna, via del Corso Largo Goldoni, Largo Chigi, viale Giulio Cesare e via Candia. 

In queste aree il principio resta quello di contingentare il numero di accessi e non di chiudere le strade a priori. "Stop and go", come lo definisce la Prefettura, che potrebbe esserci anche nelle stazioni della metropolitana A, Spagna e Flaminio dalle 10 alle 20, ma che - fino a diverso ordine - resteranno sempre aperte.  

A piazza del Popolo, ci saranno ancora i corridoi per consentire l'afflusso e il deflusso delle persone con l'obiettivo di rendere più fluido il transito dei pedoni nella zona ma anche di evitare stazionamenti. Al Pincio previste pattuglie di polizia e carabinieri a cavallo per presidiare maggiormente la zona.

Chiusure a Trastevere 

Diverso, invece, il discorso per Trastevere. Qui, secondo il piano firmato dal Questore Carmine Esposito è stato pianificato anche un ulteriore rafforzamento dei servizi, che inizieranno già da venerdì pomeriggio. Come di consueto, a cura della polizia locale, saranno delimitate la fontana di Santa Maria in Trastevere e la Scalea del Tamburrino per "non consentire lo stazionamento di persone intente a consumare bevande", spiega San Vitale.

L'area sarà divisa in due zone presidiate da unità e contingenti delle forze di polizia. Già nei scorsi fine settimana, d'altronde, gli agenti della polizia locale erano intervenuti in piazza dell'Immacolata e largo degli Osci, e poi a piazza di San Calisto e Santa Maria in Trastevere chiudendo gli accessi. Questa volta, almeno due zone storiche come la fontana e la rampa che da via Dandolo scende in viale Glorioso, saranno già chiuse. 

controlli trastevere covid-2

Occhi puntati sul litorale e i laghi

Tanti e attenti controlli saranno garantiti anche fuori il Grande Raccordo Anulare. Particolare vigilanza, infatti, ci sarà anche presso le località del litorale romano come Ostia, Fregene, Fiumicino, Anzio, Nettuno, Civitavecchia, Santa Marinella e Manziana, "al fine di prevenire l'eventuale assembramento di persone presso i lungomari o altre località dove è stata riscontrata una maggiore criticità", spiega la Questura.

Servizi che, appunto, coinvolegranno anche la polizia locale della città metropolitana con un servizio ad hoc nelle zone dei laghi, lungo le strade consolari e nelle aree verdi dove romani e non, amano camminare per fare escursioni o pic nic all'aperto. 

Manifestazione con 700 persone domenica a Roma

Ma non finisce qui. Durante il Tavolo Tecnico tenuto in Questura, infatti, si è parlato del serivizio d'ordine per una manifestazione che si terrà domenica 28 febbraio dalle ore 15 alle ore 18 in piazza del Popolo dove è prevista la presenza di 700 persone per la Giornata mondiale contro tutte le Discriminazioni. In piazza Black Lives Matter Roma in collaborazione Movimento Italiani senza cittadinanza, NAIM, Non una di meno Roma, Fridays for future Roma, Extinction rebellion Roma, Lucha y Siesta , Casa Internazionale delle Donne e altre sigle. 

Sarà una manifestazione che prevede, a detta degli organizzatori, anche performance musicali. "L'area di piazza del Popolo lato Pincio ospiterà esclusivamente circa 700 manifestanti", spiega la Questura mentre sul lato Tevere saranno predisposti due corridoi per l'afflusso ed il deflusso delle persone che, da piazza del Popolo si immettono in via del Corso e viceversa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento