Cronaca

Fiumicino: controlli su tutti i cibi importati dal Giappone

All'aeroporto di Fiumicino sotto osservazione tutti i carichi di alimenti dal Giappone (prodotti ittici, caviale, soia, alghe, té verde), confezionati dopo l'11 marzo, giorno del sisma e dello tsunami

ddn-fiumicino-internoAll'aeroporto di Fiumicino i prodotti di origine animale e vegetale che arrivano dal Giappone sono sottoposti a controlli. Nello scalo romano le ispezioni, in base alle nuove disposizioni del ministero della Salute, vengono effettuate all'interno della Cargo City - la città delle merci aeroportuale.

Sotto osservazione tutti i carichi di alimenti dal Giappone (prodotti ittici, caviale, soia, alghe, té verde), confezionati dopo l'11 marzo, giorno del sisma e dello tsunami. Le importazioni di tali merci a Fiumicino - fanno notare negli uffici di sanità aerea - sono peraltro alquanto limitate. Il blocco della merce, secondo le disposizioni previste dal decreto ministeriale, può durare uno, al massimo due giorni, per consentire agli esperti di analizzare i prodotti a rischio. I campioni prelevati per le analisi, infatti, vengono inviati ai laboratori, nel caso di Fiumicino all'istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana con sede a Roma. Non esiste, invece, nessun limite di importazione per quanto riguarda i prodotti per i quali esiste la certificazione di confezionamento prima dell'11 marzo.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiumicino: controlli su tutti i cibi importati dal Giappone

RomaToday è in caricamento