'Ok il peso è giusto': bilance di mercati e supermercati nel mirino

I controlli messi in atto dagli agenti della polizia locale di Ciampino. Nessuna frode ma necessari diversi riallineamenti e ordini di aggiustamento

I controlli della Polizia Locale di Ciampino

"Ok il peso è giusto". Questo il nome dei maxi controlli messi in atto dal Comando di Polizia Locale di Ciampino sulle bilance utilizzate per pesare la merce posta in vendita nei supermercati e nei mercati cittadini del Comune alle porte dei Castelli Romani. Nei giorni precedenti all'attività di controllo, due agenti hanno effettuato una specifica attività di ricerca sugli aggiornamenti normativi e sull'uso pratico delle bilance, oltre che effettuare un attento monitoraggio sull'utilizzo di questi strumenti da parte delle attività imprenditoriali della zona.

CORRETTO FUNZIONAMENTO DELLE BILANCE - Avviata l'attività di controllo, per ogni postazione, gli agenti hanno verificato la corretta apposizione delle etichette attestanti la verifica periodica (adempimento obbligatorio che ne garantisce il corretto funzionamento), il corretto posizionamento delle livelle (una bilancia posta "fuori bolla" può "drogare" il peso) e il metodo di calcolo della "tara", che deve tener conto delle eventuali buste o carte nelle quali viene confezionata la merce.

VERIFICA DEL PESO - In ultimo, gli agenti, dotati di due pesi certificati da 100 grammi e da 1 chilo, hanno provveduto alla verifica dell'effettivo peso restituito dalle bilance. I controlli, tutti effettuati in orario di utilizzo delle bilance e davanti al titolare dell'esercizio, hanno destato molta curiosità nei consumatori, che in diversi casi hanno fatto la fila per assistere alle prove effettuate dagli agenti.

ORDINI DI AGGIUSTAMENTO - Non sono state riscontrate situazione di frode in commercio, anche se si è reso necessario adottare oltre 15 provvedimenti di "ordini di aggiustamento", con interdizione all'utilizzo degli stessi strumenti, fino al completo ripristino delle irregolarità (apparecchi fuori bolla, posizionamento non corretto, mancanza di revisione periodica ed in un caso specifico manomissione dei sigilli).

RIALLINEAMENTO DELLE BILANCE - L'attività di controllo è proseguita con la verifica sulla corretta impostazione della tara. Anche in questo caso, si è reso necessario un "riallineamento" rispetto a quanto previsto dalla legge. Nella quasi totalità dei controlli, infatti, sulle bilance non era stato impostato correttamente il peso della tara, che di fatto veniva in questo modo "venduto" al cliente allo stesso importo della merce acquistata.

NUOVE VERIFICHE - Entro pochi giorni sarà ripetuta l'attività di verifica di quanto già accertato al fine di verificare l'ammontare delle sanzioni effettivamente da irrogare. Nei prossimi giorni, inoltre, l'intera attività sarà estesa alle altre attività imprenditoriali presenti sul territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento