Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Controlli a tappeto su arresti domiciliari e sorvegliati speciali: 12 denunciati

I 49 Commissariati della Questura di Roma stanno effettuando controlli a tappeto per verificare il rispetto delle prescrizioni. La macchina della prevenzione è scattata per 1381 soggetti

Da oltre una settimana i 49 Commissariati della Questura di Roma stanno effettuando controlli capillari per verificare il rispetto delle prescrizioni. La macchina della prevenzione è scattata per 1381 soggetti, di cui 1079 sottoposti agli arresti domiciliari, 127 al regime di libertà vigilata, 101 alla sorveglianza speciale e 74 alla sorveglianza con obbligo di soggiorno. Il “setacciamento” è stato disposto dal Questore di Roma Francesco Tagliente, in attuazione di una strategia che vede il rilancio dell’azione di prevenzione dei reati, anche con il riassetto della Divisione Anticrimine.

I controlli, effettuati essenzialmente nelle fasce orarie notturne, quando aumenta il rischio della commissione di reati, sono stati orientati sulla base delle condizioni dettate dai singoli provvedimenti. Alla Divisione Anticrimine è stata affidata la mappatura dei soggetti da controllare, suddivisi per zona, con l’indicazione del livello di priorità, valutato anche sulla base dei precedenti a carico. Il maggior tasso di violazione degli obblighi è stato registrato nella zona di Casilino, dove sono 12 le persone complessivamente denunciate, di cui 3 per evasione e 9 per la violazione della misura della sorveglianza speciale.

Tra le persone risultate irreperibili, in particolare, figurano numerosi soggetti con precedenti per spaccio, furto, nonché in alcuni casi per reati in materia di armi e ricettazione. In un caso, un romano di 19 anni era già stato in passato denunciato per la inosservanza delle prescrizioni in materia di sorveglianza speciale. Per un 24enne, invece, anch’egli denunciato, la sorveglianza speciale era stata imposta lo scorso ottobre anche per il suo coinvolgimento in reati da stadio. Altre 6 violazioni sono state registrate in zona Romanina, dove un 43enne dallo scorso 18 settembre è stato denunciato per 3 volte, in relazione a 3 diverse violazioni della sorveglianza speciale, tutte riscontrate in orari che vanno dalla tarda serata, fino a notte inoltrata.


Situazione analoga per un 47enne, per il quale, sempre in zona Romanina, sono state accertate 3 violazioni degli arresti domiciliari, anche in orario diurno. In zona Trevi, un 40enne, anche lui agli arresti domiciliari, è stato arrestato perché non trovato presso il proprio domicilio intorno alle 2 di notte. Per lui la denuncia è scattata anche per porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere. L'uomo, rintracciato in via Del Corallo, è stato trovato in possesso di un coltello e di due tirapugni. Per lui una lunga carriera alle spalle, che lo ha visto più volte arrestato e detenuto presso istituti di pena, nonché sottoposto al regime di sorveglianza speciale e affidato ai servizi speciali. Nessuna violazione è stata invece riscontrata in zona S. Basilio, dove figurano oltre 100 persone sottoposte a regimi restrittivi, nei cui confronti dall’inizio di agosto sono stati effettuati complessivamente 245 controlli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli a tappeto su arresti domiciliari e sorvegliati speciali: 12 denunciati

RomaToday è in caricamento