Cronaca

Degrado in via Gradoli, confronto tra il Comitato e il Comune

Confronto telefonico in diretta tv tra Carlo Maria Mosco e il delegato del sindaco Giorgio Ciardi sul tema sgomberi in via Gradoli

Sul canale locale RomaUno Tv si è consumato ieri un confronto telefonico tra Carlo Maria Mosco del Comitato di Via Gradoli e il delegato del sindaco per la Sicurezza Giorgio Ciardi.

Mosco ha ricordato la situazione di degrado che vivono i residenti di via Gradoli a causa delle tante cantine abitate illegalmente e la diffida al sindaco e agli amministratori comunali affinchè si possa provvedere agli sgomberi.

Ciardi, si legge in un comunicato del Comitato, "ha fatto presente l'impossibilità per il Sindaco di emettere ordinanze di sgombero dei locali in quanto l'Asl Roma E non ritiene di poterli dichiarare insalubri affermando che non sussiste comunque alcun pregiudizio per la sicurezza pubblica in quanto le cantine sono attualmente abitate da extracomunitari in possesso di titolo di soggiorno". Proseguendo, Mosco ha precisato che non sono gli extracomunitari a creare problemi, ma l'uso illegale e illegittimo dei locali interrati di proprietà di italiani ricordando che "la sicurezza è messa gravemente in pericolo dalla presenza di un centinaio di bombole GPL site al di sotto del livello stradale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado in via Gradoli, confronto tra il Comitato e il Comune

RomaToday è in caricamento