Nuova camorra romana: 7 condanne e 8 assoluzioni per il resto della banda

Dopo le condanne di 110 anni per 16 imputati altri verdetti per il gruppo che scimmiottava la 'Banda della Magliana'

Sette condanne e 8 assoluzioni nel processo alla cosiddetta Nuova camorra romana, una banda che al grido di 'pijamose Roma', intercettato in una telefonata, operava nella zona sud della capitale, scimmiottando la 'Magliana' con soprannomi come 'Biscotto', 'Biondino' e 'Cinesino'. La pena più alta è stata di 12 anni, mentre il boss, considerato delfino di un pezzo grosso della camorra, ne ha avuti 10.

110 ANNI IN 16 - Operazione Orfeo scattata nel maggio 2011 con le prime 38 ordinanze di custodia cautelare che nel febbraio 2012 ha visto emettere le prime condanne dai 12 anni e cinque mesi a quattro mesi nei confronti di 16 appartanenenti alla Nuova camorra romana, banda dedita al traffico di sostanze stupefacenti. L'organizzazione operava prevalentemente nelle zone di Centocelle, Tuscolano e Tor Bella Monaca. Secondo quanto accertato dai carabinieri, i narcotrafficanti erano nelle condizioni di commercializzare, ogni mese, circa tre quintali tra hashish e marijuana nonché una trentina di chili di cocaina. Il punto di ritrovo dei componenti era un bar, denominato 'Orfeo' (da qui il nome dell'operazione culminata con decine di arresti).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento