Baby squillo: condannati tutti gli imputati, 10 anni al 'dominus' Mirko Ieni

Il gup condanna gli otto imputati nel processo con rito abbreviato. Sei anni alla mamma di una delle due ragazzine minorenni coinvolte

Tutti condannati. Ma la pena più alta va a Mirko Ieni. Dieci anni di carcere per il capo dell'organizzazione che gestiva il giro di baby squillo ai Parioli, caso ormai noto alle cronache su cui ha indagato la Procura di Roma. 

Sei anni alla mamma di una delle due ragazzine minorenni e condanne tra i sette e i tre anni, con pene pecuniarie, agli altri sei personaggi coinvolti nella vicenda, secondo la sentenza inflitta dal gup Costantino De Robbio nel processo con rito abbreviato. 

L'accusa aveva chiesto 16 anni e 6 mesi per Ieni, ritenuto il "dominus" del giro di prostituzione ed anche responsabile di aver ceduto droga. Per la madre di una delle minorenni il pm aveva chiesto sei anni, accusata di sfruttamento della prostituzione, per aver spinto la figlia ad avere rapporti sessuali a pagamento.

Il gup ha anche disposto che la donna paghi una multa pari a 20mila euro, nonché l'ha dichiarata decaduta dalla successione e revocata dalla potestà genitoriale della figlia. Il gup ha inoltre disposto che la madre risarcisca in sede civile la figlia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • Maratona via Pacis a Roma, domenica 22 settembre strade chiuse in centro. Deviate 60 linee bus

Torna su
RomaToday è in caricamento