rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Cronaca

Asilo lager al Pigneto: 17 bambini picchiati, condannati a 5 anni due fratelli

Le vittime di età compresa tra i cinque mesi e i tre anni. Le indagini e le riprese video hanno incastrato i due fratelli Silvia ed Eligio Scalas

Cinque anni di reclusione. E' questa la condanna inflitta dal gup Angela Gerardi ai fratelli Silvia ed Eligio Scalas, titolari di un asilo nido abusivo al Pigneto. I due erano finiti in manette lo scorso giugno per "percosse e maltrattamenti" nei confronti di 17 bambini, tra i cinque mesi e i tre anni, che erano ospitati nella struttura. 

A confermare il clima di terrore e le violenze era stato l'occhio delle telecamere, che avevano documentato i fatti nell'asilo lager. A condurre le indagini i poliziotti della Polizia di Stato della Polaria, che avevano raccolto la segnalazione di un genitore, allarmato dal repentino cambiamento nel comportamento del loro bimbo.

I bambini, infatti, venivano esposti a continue umiliazioni, subendo anche maltrattamenti fisici. Gli arrestati, secondo le indagini "erano soliti apostrofare i minori con insulti anche a sfondo razziale, utilizzando sistematicamente riferimenti sessuali sempre espressi in modo volgare ed osceno". Non sono mancati anche episodi di violenza fisica, durante i quali i bimbi "venivano picchiati o lanciati in terra spesso perché responsabili di un pianto accorato".

Arrestati a giugno, i due fratelli avevano scelto il rito abbreviato e il pm aveva chiesto la loro condanna a sei anni di carcere, uno in più rispetto a quelli loro inflitti dal gup Gerardi, che ha anche disposto un risarcimento di 10mila euro per ognuno dei bimbi coinvolti. Si trovano agli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asilo lager al Pigneto: 17 bambini picchiati, condannati a 5 anni due fratelli

RomaToday è in caricamento