menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ostia: confermate in Appello le condanne a clan Spada. Protesta in aula: "Quando esco ve spacco tutto"

Gli accusati erano finiti in carcere nell'aprile del 2016 nell'operazione dei carabinieri 'Sub-Urbe' che svelò il business del racket delle case popolari a Ostia Nuova

Confermate in appello le condanne per più di 50 anni di carcere col riconoscimento dell'aggravante del metodo 
mafioso
per alcuni esponenti del clan Spada. I giudici della Corte d'Appello di Roma hanno condannato Massimiliano Spada a 13 anni e 8 mesi di carcere, Ottavio Spada a 5 anni, Davide Cirillo a 6 anni e 4 mesi, Mirko Miserino a 6 anni e 4 mesi, Maria Dora Spada a 7 anni e 4 mesi, Massimo Massimiani 11 anni e Manuel Granato 6 anni e mezzo per la vicenda del racket delle case popolari.

Le accuse contestate, già in primo grado, vanno dalle minacce alla violenza, agli sfratti forzosi da alloggi popolari e a una gambizzazione. Nel processo d'appello oltre a Comune,Regione, e ad associazioni tra cui Libera e Sos impresa, erano parte civile anche la collaboratrice di giustizia, Tamara Ianni insieme al marito Michael Cardoni.

Urla in aula alla lettura della sentenza di Appello. Uno degli imputati, ascoltato il verdetto dei giudici, ha urlato "buffoni,
quando esco spacco tutto
" mentre qualcuno dal pubblico presente in aula ha gridato "vergogna". I fatti risalgono tutti all'operazione 'Sub-Urbe'

Il business delle case popolari degli Spada

Un blitz, quello, che portò alla luce il racket delle case popolari, usate per gestire il traffico di droga sul litorale romano, ma anche una serie di episodi di violenza e di usura. Le indagini scattarono dopo il ferimento di Massimo Cardoni, uno dei soggetti del sotto-clan cosiddetto dei 'Baficchio'. L'uomo fu colpito da due proiettili un pomeriggio d'ottobre del 2015 davanti a un supermercato di Ostia Nuova

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Daniele De Rossi ricoverato allo Spallanzani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento