Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Scontri del 15 ottobre, assaltarono il blindato dei Carabinieri: condannati a 6 anni

E' la condanna per i sei giovani accusati di aver preso parte all'assalto del furgone dei carabinieri dato alle fiamme. Il Pm aveva chiesto 8 anni di pena per tutti

Sei anni di reclusione ai sei giovani accusati di aver partecipato all'assalto del furgone dei carabinieri dato alle fiamme il 15 ottobre 2011 in piazza San Giovanni. La decisione del giudice è arrivata al termine del rito abbreviato. Il Pm Simona Marazza aveva chiesto 8 anni di pena per tutti.

Responsabili sono stati riconosciuti: Davide Rosci, di 30 anni, ritenuto dagli inquirenti militante di Azione Antifascista Teramo; Marco Moscardelli, 33 anni di Giulianova; Mauro Gentile, 37 anni di Teramo; Mirko Tomasetti, 30 anni; Massimiliano Zossolo, 28 anni; Cristian Quatraccioni 33 anni. Per tutti, già agli arresti domiciliari, è stato contestato il reato di devastazione e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale pluriaggravata.

IL VIDEO DEL BLINDATO IN FIAMME

Una giornata che nessuno si è dimenticato quella degli scontri del 15 ottobre. Una piazza messa a ferro e fuoco, devastazione totale e violenza cieca contro tutti e tutti. Un pomeriggio di ordinaria follia, che contò oltre un centinaio di feriti tra forze dell'ordine e manifestanti e il cui simbolo fu proprio quel blindato dei carabinieri incendiato.

"Di manifestazioni ne ho fatte ma non ho visto mai una cosa così". Così raccontava Fabio T., 31 anni, il carabiniere che riuscì a fuggire dal mezzo prima che venisse appiccato il fuoco. "Per fortuna avevo il caso, altrimenti sarei morto" testimoniava durante il ricovero al Policlinico Umberto I di Roma con fratture al volto. La sua immagine, con il rivolo di sangue che cola da dietro la visiera del casco, finì sui giornali di tutto il mondo come espressione massima di una giornata di paura.

"Giusta la sentenza che colpisce gli autori del vergognoso assalto al blindato dei carabinieri del 15 ottobre 2011 e che rappresenta un risarcimento morale all'Arma e a tutti i cittadini romani. Sei anni sono un giusto monito per tutti coloro che scambiano il diritto di manifestare con quello di indirizzare le propria violenza contro le forze dell'ordine nella città di Roma". Lo afferma il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri del 15 ottobre, assaltarono il blindato dei Carabinieri: condannati a 6 anni

RomaToday è in caricamento