rotate-mobile
Cronaca Montespaccato / Via Guido di Montpellier

Omicidio Montespaccato: il nonno del bambino conteso condannato a 16 anni

L'episodio risale al 21 febbraio dell'anno scorso quando Marco Zioni venne ucciso in via Montepellier per dei dissidi familiari dovuti all'affidamento del nipote

Condannato a 16 anni di reclusione, al termine di un processo svolto con rito abbreviato, il 42enne, ritenuto il mandante dell’omicidio di Marco Zioni avvenuto a Roma, nella zona di Monte Spaccato, il 21 febbraio dell’anno scorso. Secondo quanto riportato dall'Ansa alla base dell'assassinio dissidi familiari legati all'affidamento del nipotino, all’epoca dei fatti di appena 10 mesi. Il nonno è accusato di concorso in omicidio volontario.

PROCESSO - Per questa vicenda sono attualmente sotto processo, davanti alla I Corte d’assise, anche il padre del bambino, e altre tre persone. Zioni, il cugino della madre del bambino conteso, venne raggiunto da colpi di arma da fuoco mentre si trovava a bordo della sua auto in via Montpellier. Alla base della sparatoria una lite in strada tra le due famiglie che si contendevano l’affidamento del bimbo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Montespaccato: il nonno del bambino conteso condannato a 16 anni

RomaToday è in caricamento