Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Attore rapinato e picchiato: condannato a sei anni l'aggressore

Arriva la condanna a sei anni, con rito abbreviato, per uno dei due aggresssori dell'attore Antonio Carli. L'altro aggresssore è ancora sotto processo

Nicolò Filipov, slavo di venticinque anni, è stato condannato, con rito abbreviato, a sei anni di reclusione per aver aggredito l'attore Antonio Carli assieme ad un trans brasiliano per rapinarlo. Il gup ha derubricato l'accusa in lesioni gravi e tentata rapina.

Nei suoi confronti il pm Roberto Staffa aveva chiesto una condanna a 11 anni per le accuse di tentato omicidio. Il fatto avvenne a Roma, in zona Prenestina, nella notte tra il 25 e il 26 ottobre del 2010. Allo slavo è contestato anche il reato di rapina per un altro episodio avvenuto pochi giorni prima. Secondo il capo d'imputazione il trans brasiliano (che è sotto processo con rito ordinario), dopo essersi introdotto nell'auto guidata dall'interprete di alcune fiction televisive, tolse la chiave di accensione. Nello stesso istante il suo complice colpì Carli con un pugno alla tempia e "subito dopo, avendo raccolto una bottiglia di vetro, la rompeva e la usava per colpire con violenza" l'attore "alla zona mandibolo-temporale sinistra".

Il cittadino slavo, che in giudizio è stato assistito dall'avvocato Andrea Palmiero, picchiò,inoltre, Carli anche con la cintura dei pantaloni. Il transessuale brasiliano invece, una volta sceso dall'auto colpì l'attore alla testa con il tacco a spillo della scarpa. (Fonte Ansa)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attore rapinato e picchiato: condannato a sei anni l'aggressore

RomaToday è in caricamento