Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Concedevano fidi abusivi e rinvestivano: 2 arresti

Migliaia di polizze concesse abusivamente attraverso un consorzio di garanzia fidi, la Congafid. I fondi venivano poi reinvestitii ad un serie di società titolari di centri estetici a Roma. Sequestrati beni per milioni di euro

I titolari di un consorzio di garanzia fidi, sono finiti agli arresti domiciliari nel corso di una operazione del nucleo Speciale di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza di Roma, sono N.D., amministratore di fatto e dominus, e la sua compagna S. Z., titolare dal 2009 della Adonis, holding che detiene il controllo di una serie di centri estetici a Roma e del Caffé Chigi, che fu sequestrato lo scorso 5 luglio nell'ambito delle indagini contro la 'ndrina calabrese dei Gallico di Palmi. Nell'inchiesta risultano coinvolte altre quattro persone. Il consorzio, pur non disponendo dei requisiti economico-patrimoniali ha emesso 2660 polizze fideiussorie incassando premi per circa 15 milioni di euro nei confronti del pubblico, garantendo un capitale pari ad oltre 350 milioni di euro.

Nei confronti di N.D. i reati contestati sono di abusivismo finanziario, ostacolo agli organi di vigilanza e bancarotta fraudolenta. Per S.Z., viene ipotizzato invece il reato di reimpiego di denaro di provenienza illecita. Gli inquirenti hanno accertato che il capitale di Congafid era costituito da crediti 'conferiti' per un valore stimato in 6 milioni di euro, in realtà inesigibili e quindi privi di qualsiasi valore.

In particolare, le polizze venivano emesse a garanzia di debiti tributari, di contratti tra privati, a tutela dei diritti patrimoniali degli acquirenti di immobili da costruire, per contratti di locazione e contratti con enti pubblici. La ricostruzione da parte degli investigatori dei flussi finanziari del consorzio ha permesso di appurare diverse sottrazioni fraudolente dai conti correnti societari a favore di altre società riconducibili alla coppia per un totale di oltre 1 milione e 7 mila euro.

Gli uomini delle Fiamme gialle, inoltre, hanno sequestrato le quote di una società proprietaria di una villa con piscina all'Olgiata, di un immobile a Fiumicino (Parco Leonardo) e del saldo dei conti correnti per un valore complessivo di circa 3 milioni di euro.
(fonte ANSA)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concedevano fidi abusivi e rinvestivano: 2 arresti

RomaToday è in caricamento