Cronaca Centro Storico / Piazza della Minerva

Commemorazione per Andrea Moneta, carabiniere ucciso nell’eccidio del Pilastro

La cerimonia a 26 anni dalla scomparsa, per mano della banda della Uno bianca, del carabiniere Medaglia d'Oro al Valore Civile: "Era esempio di altissimo senso del dovere"

Cerimonia di commemorazione per Andrea Moneta il Carabiniere, Medaglia d’Oro al Valore Civile, ucciso nell’eccidio del Pilastro, avvenuto a Bologna il 4 gennaio del 1991. 

La celebrazione è cominciata con la deposizione di una corona da parte del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Roma, Generale di Brigata Antonio De Vita, in piazza della Minerva con resa degli onori militari, in prossimità della targa apposta sul muro perimetrale della biblioteca del Senato, alla presenza della sorella del decorato. A seguire, è stata officiata una Messa di suffragio nella Basilica di Santa Maria sopra la Minerva. 

Andrea Moneta era nato a Roma il 20 settembre 1969 e trovò la morte, a soli 22 anni, nell'eccidio del Pilastro a Bologna il 4 gennaio del 1991: assalto passato alla cronaca giudiziaria come la strage della banda della Uno bianca.

Alla sua memoria è intitolata, dal 10 ottobre 2008, la Caserma sede del Comando Stazione Carabinieri di Castello d'Argile (BO). Fu insignito della Medaglia d’Oro al Valor Civile con la seguente motivazione: "Capo Pattuglia in servizio notturno di vigilanza insieme ad altri due pari grado, veniva proditoriamente fatto segno ad improvvisa azione di fuoco da parte di tre malviventi e, nonostante le ferite mortali, tentava di reagire con l'arma in dotazione prima di accasciarsi esanime sul volante del mezzo militare. Nobile esempio di altissimo senso del dovere e non comune ardimento portati fino all'estremo sacrificio." 
.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commemorazione per Andrea Moneta, carabiniere ucciso nell’eccidio del Pilastro

RomaToday è in caricamento