rotate-mobile
Cronaca

Colosseo, dalle bottigliette d'acqua alle aste per selfie: 60mila euro di multe agli abusivi

La merce non riportava né indicazioni sulla provenienza, con le dovute specifiche sul produttore ed importatore, né istruzioni in lingua italiana

Blitz dei carabinieri nell'area del Colosseo. Trenta cittadini stranieri identificati e 10 sanzionati, per un totale di circa 60.000 euro, originari principalmente del Bangladesh, tutti senza fissa dimora e tutti già sanzionati, in passato, con cosiddetto Daspo urbano, sorpresi a vendere abusivamente la loro merce a passanti e turisti.

I militari hanno sequestrato oltre 500 articoli tra bottigliette d’acqua, occhiali da sole, aste per selfie, e dispositivi elettronici, quali auricolari per cellulari e carica batterie portatili (powerbank), privi del tutto o in parte dei requisiti di legge relativi all’etichettatura. 

La merce inoltre non riportava né indicazioni sulla provenienza, con le dovute specifiche sul produttore ed importatore, ne’ istruzioni in lingua italiana, contravvenendo alle normative europee poste a tutela dei consumatori.

Nella circostanza, i carabinieri hanno anche verificato il rispetto delle prescrizioni relative al divieto di assembramento nei luoghi pubblici e delle le indicazioni contenute nei provvedimenti governativi, della Regione Lazio e del Comune di Roma Capitale in materia di prevenzione e contenimento del contagio da Covid-19.

A tal proposito, oltre 200 persone sono state identificate dai carabinieri che, dove necessario, sono intervenuti per prevenire e reprimere assembramenti, invitando al distanziamento sociale le persone presenti in tutta l’area.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colosseo, dalle bottigliette d'acqua alle aste per selfie: 60mila euro di multe agli abusivi

RomaToday è in caricamento