Telefonata dallo spazio: i pazienti del Bambino Gesù parlano con l'astronauta

Luca Parmitano, l'astronauta italiano in orbita sulla Stazione Spaziale internazionale, ha approfittato del passaggio sull'Europa per chiacchierare con i piccoli pazienti dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù

Hanno ricevuto una telefonata direttamente dallo spazio, oggi alle 14.36, i piccoli pazienti dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. A parlare con loro, l'astronauta italiano Luca Parmitano. Per la prima volta, nella storia dei collegamenti radio con lo spazio, l’iniziativa viene realizzata all’interno di una struttura sanitaria italiana. Oltre al collegamento radio, le immagini dei ragazzi sono state trasmesse in streaming sul sito dell’AMSAT.

IN ORBITA SULL'EUROPA - L'astronauta , in orbita dalla Stazione Spaziale internazionale per una missione (Volare) di sei mesi, è riuscito a mettersi in collegamento con la ludoteca dell'ospedale approfittando del passaggio della stazione sull'Europa.

LA SCOPERTA PIU' GRANDE - “Visto da quassù il mondo appare senza confini e le stelle, in mancanza di atmosfera, si vedono colorate: sono rosse, gialle blu” ha risposto Luca ai bambini che gli hanno chiesto quale fosse stata, da lassù, la sua scoperta più grande.

GLI ALIENI - “E se ti ammali?”, gli ha domandato qualcuno. L'astronauta ha rassicurato i suoi piccoli interlocutori: “Ognuno di noi ha fatto dei corsi di primo soccorso, ormai sono un mezzo dottore anch’io”. Poi la domanda inevtabile, la più grande curiosità di ogni bambino quando sente parlare di spazio: gli alieni. “Gli alieni li ho visti sulla terra - ha risposto simpaticamente - di cose strane ne ho viste tante”.

ARISS - L'esperienza, cui i piccoli si preparavano già da tempo, con messaggini sui social network e tante domande per l'amico astronauta, è stata resa possibile dai radioamatori volontari dell’ARISS (Amateur Radio on International Space Station), incaricati da varie agenzie spaziali di sviluppare i contatti radioamatoriali con gli astronauti durante il loro soggiorno nello spazio.

LA MISSIONE - Luca Parmitano resterà in orbita per sei mesi, incaricato di condurre numerosi esperimenti per conto dell'Agenzia Spaziale Italiana. L’astronauta fa parte del corpo degli astronauti dell’Agenzia Spaziale Europea ed è anche pilota dell’Aeronautica Militare. La stazione spaziale sulla quale si trova è il più grande laboratorio in orbita. Ampio quanto un campo di calcio, per compiere un giro intorno alla Terra impiega esattamente il tempo di una partita: 90 minuti. Nell’arco di 24 ore gli astronauti a bordo possono ammirare ben 16 albe e 16 tramonti.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

UN EVENTO STORICO - Appena 24 ore prima della chiacchierata con i piccoli, un evento storico per il nostro Paese: la prima “passeggiata” di Parmitano (e in assoluto la prima di un italiano) fuori dalla Stazione Spaziale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento